Bernal primo a Cortina e sempre più in rosa. Nibali protagonista in discesa

BernalBernal sta dominando il Giro d'Italia

Egan Bernal ha vinto per distacco la sedicesima tappa del Giro d’Italia numero 104, da Sacile (Pordenone) a Cortina d’Ampezzo (Belluno), frazione accorciata a 153 chilometri a causa delle cattive condizioni del tempo. Il colombiano ha incrementato così il proprio vantaggio nella classifica generale ed è sempre più maglia rosa.

Vincenzo Nibali

Da Vincenzo Nibali, ormai fuori classifica, qualche segnale di vitalità

La salita de La Crosetta è il primo spartiacque e infatti è lungo i suoi 11 km (pendenza media sul 7%) che 24 corridori vanno in fuga. Il Gpm se lo aggiudica la maglia azzurra Bouchard, ma nella discesa successiva ecco l’allungo di sei battistrada: fra loro uno scatenato Vincenzo Nibali, che non sembra risentire affatto del coinvolgimento nella maxi caduta di ieri. Poi anche Ghebreizgbhier, Izagirre, Pedrero, Almeida e Formolo, con questi ultimi due rispettivamente 13esimo e 14esimo in classifica. Lo “squalo dello Stretto”, ormai fuori classifica, è arrivato secondo all’intermedio di Agordo.

A 20 km dal traguardo, vedendo Vlasov e Yates attardati, Bernal decide di fare la differenza e sfodera un’accelerata clamorosa, con cui in poche pedalate si va a prendere la testa della corsa. Il Passo Giau scollina quando al traguardo di Cortina mancano 18 km. Sulla discesa scende fortissimo Bardet, ma Caruso non è da meno. L’azzurro della Bahrain Victorious è l’altro grande protagonista di giornata, perché guadagna su Yates e Vlasov (entrambi in difficoltà), termina terzo e sale al secondo posto della classifica generale. Quarto posto per Ciccone davanti a Carthy e Almeida. Vlasov chiude a 2’11” da Bernal e Yates a 2’37”.

Vincenzo Nibali

Vincenzo Nibali incitato dai tifosi

La Classifica generale. 
1 – Egan Bernal (Ineos Grenadiers)
2 – Damiano Caruso (Bahrain Victorious) a 2’24”
3 – Hugh Carthy (EF Education – Nippo) a 3’40”
4 – Aleksandr Vlasov (Astana – Premier Tech) a 4’18”
5 – Simon Yates (Team BikeExchange) a 4’20”
6 – Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) a 4’31”
7 – Romain Bardet (Team DSM) a 5’02”

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva