Benvenga: “Mai pensato di andare via. Con il Matera una ferita non rimarginata”

Benvenga

p style=”text-align: justify;”>

Con la Reggina ha visto la fine del tunnel dopo un periodo trascorso ai margini. Nel derby Alex Benvenga è stata una delle sorprese di Grassadonia che lo ha rilanciato dall’inizio. Da parte del diretto interessato, però, nessuna voglia di commentare quanto accaduto nel recente passato. “Sinceramente di quello che è successo non mi va di parlare, anche perché sono uno che guarda sempre avanti. Domenica penso di avere fatto una buona partita e quindi il periodo no l’ho vissuto serenamente, al di là di quello che è stato. Restare fuori squadra non è bello, ma non ho mai pensato di avere chiuso questa esperienza. Ero convinto che sarebbe tornato tutto alla normalità”.

Alex Benvenga in azione

Alex Benvenga in azione

Il posto da titolare lo ha ritrovato sulla corsia di sinistra, complice l’esplosione di Cane, ormai il prescelto a destra. “Sono terzino e posso giostrare sia a sinistra che a destra. Inoltre Marco si allena sempre bene e meritava di giocare. Siamo due elementi molto simili, andiamo a tremila anche durante la settimana. Poi è l’aspetto mentale ad essere fondamentale. Con la Reggina è stata una bella gara e sono contento sia personalmente che a livello di squadra, anche perché vincere 4-1 un derby sentitissimo non capita spesso. E’ inutile però ormai parlarne, bisogna concentrarsi sulla prossima partita”.

Il 23enne originario di Gallipoli avanza palla al piede

Il 23enne originario di Gallipoli avanza palla al piede

L’imperativo è adesso dar seguito al roboante successo nel derby, evitando di ripetere gli errori dell’andata, quando il Matera travolse al San Filippo un Messina con la testa ancora alla sbornia del “Granillo”. “Questa vittoria può cambiare la nostra stagione, anche se non bisogna commettere gli errori dell’andata, quando abbiamo subito cinque gol in un tempo contro il Matera, una ferita che non si è ancora rimarginata. Quella di Auteri è una buona squadra , ma io ho paura soltanto di noi, che potremmo adagiarci. Le tre sfide su quattro in trasferta ? Adesso dobbiamo iniziare a raccogliere più punti possibili fuori casa”. 

In estate l’ex compagno Giampà lo aveva indicato come il miglior terzino della Lega Pro, ma la stagione di Benvenga è stata al di sotto le aspettative. Ed il giocatore giunto in estate dal Varese è il primo ad esserne consapevole: “Non mi dò un voto altissimo, ma solo una sufficienza, che spero di alzare presto a 6,5. Da me stesso mi aspettavo di più e ora cercherò di fare meglio. Devo trovare la continuità che mi è mancata. Ho fatto delle buone partite e poi delle prestazioni mediocri”.

Benvenga è stato protagonista nei due derby con la Reggina

Benvenga è stato protagonista nei due derby con la Reggina

La traversa colta con l’Aversa Normanna è un’immagine che lo tormenta ancora, a distanza di qualche mese: “Ci penso ancora. Sarebbe stata una bella soddisfazione segnare un gol con un tiro a giro sotto l’incrocio, oltretutto all’ultimo secondo, considerato che dopo la mia conclusione l’arbitro fischiò la fine dell’incontro”.

Commenta su Facebook

commenti