Il Benevento è promosso in Serie B: Lecce travolto. Catania in zona playout

Benevento

Per la prima volta nella sua storia il Benevento è promosso in Serie B. Una cavalcata esaltante, coronata con la vittoria per 3-0 ai danni della più seria antagonista. Lecce travolto al “Vigorito” nel giorno della festa dei sanniti. Bastava un punto, è arrivato l’ennesimo successo. Al 18’ sblocca Mazzeo con un colpo di testa, al 26’ Cissè raddoppia e mette in ghiaccio il match. Ancora Mazzeo, al 51’, per il tris dei padroni di casa. Poi l’invasione di campo e le lacrime di gioia per un traguardo assolutamente meritato, raggiunto dalla squadra guidata da Auteri grazie ad un incredibile girone di ritorno. Dodici vittorie, quattro pareggi e nessuna sconfitta dopo il giro di boa nel ruolino del Benevento, balzato a quota 69. Dietro il vuoto.

La festa del Benevento

La festa del Benevento

A sette punti di distanza c’è il Foggia, secondo solitario in virtù del poker di reti rifilato al Martina, valso ai rossoneri la certezza matematica dei playoff. Iemmello e Maza, tra il 22’ ed il 26’, regolano subito la pratica. Vacca al 64’ e ancora Iemmello al 71’ chiudono definitivamente i conti. Alla Casertana, bloccata sull’1-1 dal Messina, basterà comunque un pari all’ultima giornata per certificare l’accesso agli spareggi-promozione. Il tutto per effetto dell’incredibile 3-3 tra Andria e Cosenza. Al “Degli Ulivi” vittoria gettata al vento dai silani. Onescu sigla il vantaggio dei pugliesi al 15’, poi il pari di La Mantia al 45’. Statella in apertura di ripresa e ancora La Mantia al 56’ sembrano indirizzare la sfida. Accorcia però Capellini all’80’ e rimette tutto in parità Cianci al 93’, beffando i calabresi, praticamente fuori dai giochi. Il Matera evita il ko a Rieti contro la già retrocessa Lupa Castelli, andata sul 2-0 con le reti di Maiorano (22’) e Mastropietro (45’). Infantino (68’) e Pagliarini (84’) per la rimonta dei lucani. Stesso copione anche in Melfi-Akragas. Gialloverdi sul doppio vantaggio nel primo tempo con i gol di Canotto al 22’ e al 48’ con Maimone. Gli agrigentini reagiscono nella ripresa, trovando con Marino e Di Piazza, tra il 65’ e il 70’, il pareggio che vale la salvezza anticipata.

All'ex tecnico del Matera Gaetano Auteri il compito di sfatare il tabù serie B

L’allenatore del Benevento Gaetano Auteri

Agodirin regala una fondamentale vittoria al Catanzaro ad Ischia, mentre il Monopoli spazza via per 4-0 la Juve Stabia. Sblocca al 20’ Pinto su punizione. Al 34’, sugli sviluppi di un corner, il raddoppio firmato da Di Mariano. Esposito (61’) e Viola (64’) arrotondano il bottino. Quintultimo da solo resta così il Catania, bloccato sullo 0-0 al “Marcello Torre” dalla Paganese. Obiettivo salvezza centrato dalla squadra di Grassadonia, mentre si fa dura per gli etnei, vicini alla rete prima con Plasmati (palo) e poi con Calil. I rossoazzurri, che hanno finito in 10 per l’espulsione di Pelagatti, devono ora sperare in un miracolo all’ultima giornata per evitare i playout.

Catania-Messina

La formazione del Catania

I risultati della 33esima giornata del girone C: Benevento-Lecce 3-0, Fidelis Andria-Cosenza 3-3, Foggia-Martina Franca 4-0, Ischia-Catanzaro 0-1, Lupa Castelli-Matera 2-2, Melfi-Akragas 2-2, Messina-Casertana 1-1, Monopoli-Juve Stabia 4-0, Paganese-Catania 0-0.

Classifica: Benevento 69 punti; Foggia 62; Lecce e Casertana 60; Cosenza 57; Matera 52; Fidelis Andria 45; Messina 44; Paganese e Juve Stabia 42; Akragas 39; Monopoli e Catanzaro 38; Catania 36; Melfi 30; Ischia e Martina Franca 21; Lupa Castelli Romani 12.

Prossimo turno (sabato 7 maggio ore 16): Akragas-Benevento, Casertana-Paganese, Catania-Fidelis Andria, Catanzaro-Melfi, Cosenza-Ischia, Juve Stabia-Foggia, Lecce-Lupa Castelli, Martina Franca-Messina, Matera-Monopoli.

Commenta su Facebook

commenti