Barbera incontra i tifosi: vogliono capire perchè è fallita la trattativa con Stracuzzi

Barbera, Proto e CandidoFrancesco Barbera, Franco Proto e Bonaventura Candido (foto Enrico Di Giacomo)

È in programma nel pomeriggio, in un ritrovo cittadino, l’incontro tra l’imprenditore del caffè Francesco Barbera e i rappresentanti dei sei gruppi organizzati che sostengono il Messina, ovvero Fedelissimi, Gioventù Giallorossa, Nocs, Testi Fracidi, Uragano Cep e Vecchia Maniera. A sollecitare il faccia a faccia sono stati gli stessi tifosi. A mettere in contatto le parti, nella serata di martedì, l’ormai ex direttore generale Lello Manfredi. Nino Martorana e le altre anime del tifo giallorosso vogliono capire perchè la trattativa con Natale Stracuzzi e gli altri soci dell’ACR non sia mai decollata e se vi siano ancora i presupposti per un accordo.

Currò, Stracuzzi e Martorana

Il leader di Gioventù Giallorossa Nino Martorana insieme al fratello di Tonino Currò e al presidente dell’ACR Messina Natale Stracuzzi

Alla nostra testata, Barbera ha chiarito che per il suo gruppo, del quale fanno parte Franco Proto, Antonio Rescifina, un gruppo di commercianti e professionisti messinesi, un imprenditore della provincia tirrenica e una società veneta, resta valida soltanto la proposta originaria, che presupponeva la suddivisione del pacchetto azionario del club in otto quote paritarie da 12,5% cadauna e che non è interessato invece a rilevare soltanto quote di minoranza del club, come auspicato dall’attuale dirigenza, che vorrebbe mantenere almeno il 51% del totale. Per evitare ogni possibile speculazione o ulteriori incomprensioni, nella giornata di mercoledì l’amministratore delegato di Caffè Barbera ha informato telefonicamente Stracuzzi dell’imminente colloquio con i rappresentanti dei sei gruppi organizzati.

Commenta su Facebook

commenti