Bacher verso Piacenza. Il Messina valuta nuovi obiettivi: Puccio, Vella e Gomez

Michael Bacher con la maglia del Pordenone

Il suo nome era stato affiancato nei giorni scorsi dalle testate nazionali al Messina, ma nelle ultime ore sembra allontanarsi definitivamente la prospettiva di un suo approdo in riva allo Stretto. Il centrocampista Michael Bacher (nella foto in alto), classe 1988, in forza al Pordenone, fanalino di coda del girone A di Lega Pro, è infatti ormai ad un passo dalla Pro Piacenza.

Sasa Bjelanovic con la maglia del Pordenone

Sasa Bjelanovic con la maglia del Pordenone

I dirigenti friulani hanno trovato un’intesa di massima per uno scambio che porterà in Emilia il centrocampista originario di Bressanone, che quest’anno ha collezionato 10 presenze, mentre in Friuli si accaserà l’attaccante Riccardo Ravasi, ’94 con 11 apparizioni all’attivo in stagione. Nel frattempo si conferma tribolata la stagione del croato Sasa Bjelanovic, che dopo avere lasciato Messina con 2 reti all’attivo in 10 gare continua ad essere tormentato dagli infortuni: un problema al polpaccio lo ha costretto a saltare l’ultima seduta di allenamento. Fin qui ridotto il suo contributo, anche se il Pordenone è riuscito almeno ad ottenere 8 punti nelle ultime cinque gare, dopo averne collezionati appena cinque nelle prime 17 giornate di campionato.

Su Pietro Balistreri, qui con la maglia del Taranto, si registra adesso l'interesse della Reggina

Su Pietro Balistreri, qui con la maglia del Taranto, si registra adesso l’interesse della Reggina

Agganciata la Pro Patria sul fondo della graduatoria, resta comunque proibitiva la rincorsa alla permanenza o quanto meno ai play-out. Per l’ex giallorosso fin qui 92 minuti all’attivo, con la breve “comparsata” in occasione del successo con il Lumezzane e la prima partenza da titolare nel match perso a VeneziaCome già capitato più volte nel corso del mercato invernale, i giallorossi potrebbero adesso orientarsi verso nuovi obiettivi. Il peruviano Merino, ex Nocerina e Salernitana, è corteggiato infatti da almeno un club straniero ed il suo ritorno in Italia potrebbe sfumare, il crotonese Berardocco è tentato dal Como, mentre per Balistreri si registra adesso la concorrenza della Reggina, che propone alla Torres uno scambio con il discontinuo Masini.

Gabriele Puccio si è messo in luce con la Vigor Lamezia. Sulle sue tracce anche Ischia e Foggia

Gabriele Puccio si è messo in luce con la Vigor Lamezia. Sulle sue tracce anche Ischia e Foggia

Almeno altri tre club infine sono sulle tracce del leccese Donida, per cui non è escluso che il direttore sportivo Danilo Pagni ed il presidente Pietro Lo Monaco possano depistare tutti con qualche nome a sorpresa, come quello del centrocampista della Vigor Lamezia Gabriele Puccio, fin qui titolare quasi inamovibile con ben 20 presenze ed una rete all’attivo in Calabria. Il suo cartellino, al pari di quelli del giallorosso Altobello e dell’appena citato Berardocco, è di proprietà del Parma. Ci sono infine i due profili proposti dalla Juve Stabia: Maurizio Vella, ’91 che da esterno di centrocampo quest’anno ha già collezionato 19 presenze in Lega Pro, siglando una rete, dopo averne firmate ben 12 nel passato torneo di D con la maglia del Città di Messina, e Guido Gomez, attaccante classe ’94 di proprietà del Sassuolo, autore di una doppietta contro l’Aversa Normanna, che deve il suo cognome a genitori argentini.

Maurizio Vella in azione con la maglia della Juve Stabia

Maurizio Vella in azione con la maglia della Juve Stabia

Nessun fantomatico scambio con “Re Giorgio”, ma i due restano in uscita da un club che tenta deciso l’assalto alla B. Arrivano conferme intanto sulla presenza dello stesso Corona lunedì a Castellammare di Stabia, dove avrebbe addirittura incontrato la dirigenza campana. La sua presenza fino a giugno a Messina non è certo in discussione, successivamente potrebbe valutare la prospettiva di un posto nello staff tecnico o da dirigente delle “vespe”, se dovesse dire addio al calcio giocato ed eventualmente anche ai giallorossi, di cui è uomo simbolo ormai da quattro stagioni. Con sette gol già all’attivo, il suo unico pensiero resta quello di trascinare al più presto alla salvezza i peloritani. Il margine sulle ultime quattro della graduatoria è già rassicurante, un risultato utile a Matera potrebbe allontanare ulteriormente anche lo spettro residuo dei play-out.

Commenta su Facebook

commenti