Auteri: “Stimo Di Napoli. Malaffare nel calcio, ma anche tante bufale”

Gaetano Auteri, tecnico del Benevento

Da Messina-Matera 0-5 a Messina-Benevento 0-5. Squadre e campionati diversi, ma per Gaetano Auteri al “San Filippo” il risultato non cambia: “Questi discorsi mi piacciono davvero poco, si penalizza troppo un avversario che si è battuto bene su un campo difficile e non ci stava a perdere. Noi abbiamo fatto una gara autorevole, siamo in crescita ed abbiamo ottenuto i tre punti che volevamo”.

Il Benevento festeggia per la goleada

Il Benevento festeggia per la goleada

“Loro hanno provato ad aggredirci e a giocare con buona organizzazione – ha proseguito Auteri – ma noi abbiamo sbloccato la partita e vinto meritatamente la gara. Riuscirci fuori, lo dicono i dati, in questo campionato non è mai semplice. Ora resettiamo subito questa partita e ci concentriamo subito sul lavoro”. A trascinare i sanniti è stato l’ex Ciciretti, autore di una doppietta. Può questo Benevento lottare per la Serie B? “Amato è un giocatore che non ha ancora espresso a pieno le sue qualità da quando gioca a calcio, forse non se ne rende nemmeno conto. Oggi ha fatto bene come tutta la squadra. La promozione? Veniamo da un’estate tormentata, con dei passaggi societari, non è il solito Benevento, ma contiamo di fare meglio rispetto al passato”.

La formazione del Benevento

La formazione del Benevento

Il fatto che questa sfida tra Messina e Benevento fosse stata segnalata per un eccesso di scommesse (sul segno X!) gli fa perdere la tranquillità, inoltre Auteri lancia un messaggio al collega Di Napoli, che attende la sentenza nel processo sul calcioscommese: “Lo stimo molto sia che come persona che come allenatore. Si vede da come gioca che il Messina è cresciuto tanto dal match d’andata. Per quanto riguardano i discorsi fuori dal campo anche io sono stato interrogato, oggi sembra che addirittura questa partita sia entrata in un certo vortice, me l’hanno detto durante il riscaldamento. C’è il malaffare, ma anche tante bufale. Anzi nel mondo del calcio la maggior parte delle persone, tra cui Di Napoli che sicuramente lo è, sono leali. Mi auguro che invece le verità, quelle vere, vengano fuori”.

Commenta su Facebook

commenti