Argurio: “Sono i giocatori che volevamo. Per Parisi un ruolo fuori dal campo”

Christian ArgurioIl ds Christian Argurio

Chiuso il mercato al “San Filippo” è il giorno della presentazione ufficiale per i quattro nuovi acquisti del Messina, Barisic, Russo, Scardina e Mileto. Tocca al direttore sportivo Christian Argurio introdurli uno per uno: “Si tratta dei giocatori che volevamo prendere e che possono darci qualcosa in più andando ad integrare un gruppo già di per sé straordinario, in quanto capace di conquistare 29 punti. Sono tutti elementi di grande struttura e fisicità, ci daranno una grossa mano. In più hanno sposato subito il progetto, dimostrando di avere il massimo entusiasmo. Russo e Barisic sono in prestito dal Catania e crediamo molto in loro, così come in Mileto e Scardina che sono invece arrivati a titolo definitivo”.

I quattro nuovi acquisti

I quattro nuovi acquisti in conferenza stampa

Il ds svela quindi gli aspetti legati alla lista dei 24 calciatori impiegabili, consegnata entro il termine della mezzanotte di mercoledì: “La lista si ferma al momento a 23 giocatori, in quanto ci riserviamo di tenere una casella libera. Terremo fuori Palumbo, che ha subito un infortunio particolare, ma crediamo nel ragazzo e abbiamo avviato un contatto col Cesena affinché possa rimanere nella prossima stagione. Si curerà a Messina senza fretta. Potrebbe rientrare solo nell’ultimo periodo, sarebbe inutile inserirlo nella lista. Inoltre sono fuori Frabotta, Barraco e Parisi“.

Il ds Argurio

Un primo piano del ds giallorosso Argurio

Quella del mancino palermitano è la situazione per certi versi più sorprendente: “Dopo l’addio di Arturo, Alessandro ha avuto un confronto col sottoscritto. Ha un acciacco fisico che non lo fa rendere come vorrebbe e ha chiesto di ritagliarsi un ruolo diverso. Non ci darà una mano sul campo ma dovrebbe farlo in altro modo. Prenderà la decisione nelle prossime ore e spetterà solo a lui scegliere. Diventerà una sorta di club manager, come Di Vaio a Bologna, per fare da filtro tra la società e la squadra. E’ un ruolo che a lui piace, farebbe da uomo immagine. Il ventiquattresimo potrebbe essere Ionut, un jolly difensivo, classe 1988, che si allena con noi da qualche giorno e che lo staff tecnico sta valutando ai fini dell’eventuale tesseramento”. Di fatto salirebbero così a cinque i volti nuovi.

Commenta su Facebook

commenti