Arena: “Nuovi investitori per far rivivere lo stadio. L’Acr? Nessuna chiamata”

Rocco ArenaIl presidente del Fc Messina Rocco Arena (foto Alessandro Denaro)

Il presidente del Fc Messina Rocco Arena è come sempre un fiume in piena, incontenibile con il microfono in mano. La presentazione del nuovo organigramma, nella Sala della Borsa della Camera di Commercio, gli ha consentito di fare il punto sul suo progetto: “Sono passati dodici mesi. Diamo continuità, confermando tutto lo staff, e aggiungiamo qualche tassello. Quest’anno siamo riusciti a convincere persone che già gravitavano attorno al club”. 

Rocco Arena

Il presidente del Fc Messina Rocco Arena in conferenza (foto Alessandro Denaro)

Nessuna possibilità di dialogo con l’Acr, con il sogno di un club unico destinato a rimanere tale: “Avevo scritto una lettera a Babbo Natale, che è tornata al mittente, suscitando anche un po’ di ilarità. Il Fc non ha ricevuto nessun segno di vita dall’altra società. Il presidente Sciotto non mi ha ceduto il suo club l’anno scorso. Abbiamo cercato un “face to face”, dando la nostra disponibilità, ma non ho ricevuto alcuna telefonata”.

Il massimo dirigente è convinto di essersi strutturato meglio rispetto alla precedente stagione: “Sento di avere una società più forte della sua e abbiamo fatto meglio anche sul campo. Siamo sani, con i fondi necessari per disputare il campionato e investire anche nello stadio. Cercheremo di lavorare con professionalità. Non faremo la guerra a nessuno, né all’Acr né all’Acireale. Spero di regalare tante soddisfazioni alla città. Se anche loro faranno bene sarò contento”.

Fc Messina

Una cartella stampa griffata con il logo del Fc Messina (foto Alessandro Denaro)

Nell’ultimo cda del club è stata presentata una bozza del progetto con cui il club aderirà al bando del Comune, stilato da due team messinesi, l’Aria Progetti e lo studio Ardesia, e dalla Step Over Consulting di Milano. Arena non frena il suo entusiasmo: “Siamo già in fase avanzata e ci hanno sottoposto i primi rendering. Bisogna ristrutturare lo stadio e farlo vivere tutto l’anno. L’ho già sognato pieno di gente“.

Arena è convinto che ci sarebbero anche risvolti occupazionali: “Darebbe lavoro diciotto ore al giorno, sette giorni su sette. Immagino un impianto di respiro internazionale, che possa essere visitato dalle famiglie nei weekend e muovere l’economia della città. Noi non vogliamo speculare, ma può essere un’operazione tra le più significative degli ultimi trent’anni in Sicilia e dell’ultimo biennio in Italia”. 

Arena e Cosenza

Il presidente del Fc Rocco Arena e il vice Santi Cosenza (foto Alessandro Denaro)

Arena confida poi nel supporto di nuovi investitori: “Nei giorni trascorsi in riva allo Stretto ho incontrato alcuni grandi imprenditori, che mi hanno promesso che coinvolgeranno le forze più significative della provincia. Avverto finalmente una risposta da parte del territorio. Ci affiancherà anche un gruppo internazionale, che non è Infront”. 

Il massimo dirigente è più cauto sulle eventualità di ripartenza immediata dalla C, dopo che la riforma dei campionati sembra essere slittata alla prossima stagione: “C’è una chance ripescaggio, ma la teniamo nel cassetto. Presenteremo la domanda, ma ci sono altre squadre accreditate davanti a noi in graduatoria. È chiaro che se si riaprisse questo discorso, allestiremmo una squadra all’altezza anche di un torneo di Lega Pro”. 

Fc Messina

Il tavolo della conferenza stampa al gran completo (foto Alessandro Denaro)

Nel corso della conferenza stampa sono stati richiesti chiarimenti anche sul Real Cureggio, esperienza piemontese di Arena che ha preceduto il suo impegno in Spagna con l’Alicante e sulla querelle legata alla vendita di mascherine al Comune, sulla quale è calato il silenzio assoluto da parte di Istituzioni e diretti interessati: “Ho portato la squadra in Eccellenza e poi l’ho riconsegnata al precedente proprietario. Palazzo Zanca ci ha pagato per la fornitura, è stata risolta anche la questione con l’Agenzia delle entrate. Il versamento dell’Iva era stato infatti bloccato per precedenti inadempienze.

Ultima battuta sulla campagna abbonamenti: “Abbiamo previsto delle pubblicità sugli autobus e una campagna marketing e comunicazione importante, per avvicinare ancora la città al nostro marchio”. 

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva