Arcidiacono: “Vittoria meritata, fatti due gol da soli. In finale per la storia”

ArcidiaconoArcidiacono si scontra con Pagliarini in uscita (foto Nino La Macchia)

Il 3-2 in rimonta contro il Real Giulianova vale la finale della Coppa Italia di Serie D. Una notte magica per l’Acr Messina, dopo una stagione difficilissima. Tra i protagonisti del match il capitano Pietro Ardiciacono: “Speriamo di passare alla storia nella finale, intanto abbiamo fatto il nostro dovere e siamo felici così. Abbiamo meritato la vittoria, subendo due gol che ci siamo fatti da soli, perché loro non hanno fatto niente, a parte poi l’ultima palla. Questa vittoria è meritata, ce li siamo mangiati con l’aiuto del pubblico. Giocare con una curva del genere mi dà la carica, le gambe vanno da sole, così come la testa e il cuore. Insomma, diventa tutto più facile. Spero che da qui in avanti la gente ci sostenga, così ci toglieremo grosse soddisfazioni”.

“Il Matelicacommenta Arcidiacono parlando dell’altra finalista – è una buona squadra già da tanti anni, però noi adesso penseremo al Troina e al campionato, al 18 maggio guarderemo più avanti. Siamo stati in posizioni di classifica che la città e noi stessi non meritavamo e domenica andremo a Troina per fare una battaglia. Dobbiamo toglierci le soddisfazioni che ci sono mancate per mesi”.

Messina

Il Messina ha firmato un’epica rimonta (foto Nino La Macchia)

Il ricorso respinto per la gara contro il Città di Messina l’unica notizia negativa della giornata, ma Arcidiacono non si crea troppi problemi in una serata di festa: “Oggi non era importante, è passato in secondo piano, pensavamo soltanto al Giulianova. Avrebbero fatto comodo, ma quei due punti ce li riprenderemo in campo”. 

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti