Arcidiacono: “C’è bisogno di tutti, con il Rotonda ci giocheremo la vita”

ArcidiaconoArcidiacono gestisce un possesso contro la Sancataldese (foto Nino La Macchia)

Una sconfitta che costringe il Messina a rimandare l’appuntamento con la matematica salvezza. In casa del Rotonda, già retrocesso, i giallorossi non potranno assolutamente fallire.

Il capitano Pietro Arcidiacono è sconfortato dopo il ko interno contro la Sancataldese, ma cerca di guardare avanti: “E’ stata una giornata negativa per la squadra e per me stesso, avendo avuto un problema muscolare. Adesso dobbiamo concentrarci per la sfida di domenica prossima. C’è del rammarico, ma siamo sempre avanti di un punto in classifica e ci giocheremo la vita contro il Rotonda”.

Arcidiacono

Arcidiacono anticipato in extremis da Longo (foto Nino La Macchia)

“Abbiamo preso gol mentre stavamo facendo noi la partita – analizza “Biccio” – nel primo tempo non avevano fatto neanche un tiro in porta. Una volta in svantaggio capita di bloccarsi mentalmente, essendo costretti a fare risultato. E’ stata una domenica storta, bisogna pensare alla prossima senza piangersi addosso”.

Per l’ultima contro il Rotonda mancheranno per squalifica Ferrante, Traditi e Zappalà. E potrebbe non esserci lo stesso Arcidiacono. Sarà, dunque, un Messina incerottato. “Abbiamo bisogno di tutti. Mancheranno dei giocatori fondamentali, ma chi scenderà in campo dovrà farsi trovare pronto. Per noi, la società e la città sarà una battaglia. La testa è già a domenica, non si deve più pensare a questa sconfitta”. 

The following two tabs change content below.

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.