Andrea Danna è il motore della Costa d’Orlando. “Ho trovato una società molto seria”

Andrea Danna

Andrea Danna è arrivato direttamente dal campionato di Legadue, precisamente dalla Pallacanestro Biella che lo scorso anno lo ha inserito nel roster della prima squadra. Con i rossoblu il neo playmaker della Irritec Costa d’Orlando ha giocato 17 gare nel secondo campionato nazionale. E’ l’ennesimo prodotto del florido Settore Giovanile rossoblu. Con la maglia della formazione biellese Under 19, guidato in panchina dal padre Federico, già capo allenatore di Biella dal 1994 al 2000 e oggi Responsabile del Settore Giovanile rossoblu, ha sfiorato il titolo Nazionale di categoria. Si è subito calato nel progetto della Costa d’Orlando e sin dai primi allenamenti sta dimostrando il suo potenziale. Ecco i propositi e le ambizioni dell’ex Cus Torino
“Mi ha subito colpito la serietà della Costa d’Orlando, una società ambiziosa che sin dall’estate ha messo in chiaro che proverà a conquistare il salto di categoria. Questo è stato il motivo principale per cui sono arrivato”.
Famiglia di addetti ai lavori, il papà Federico è stato il suo primo insegnante già nella precedente esperienza ceststica in Puglia.
“Frequento il campo e la palestra sin da quando ero piccolino perchè mio papà è allenatore e seguirlo è stato una diretta conseguenza. Mi è sempre piaciuto guardarlo e poi giocare in prima persona”.

Andrea Danna in azione

Andrea Danna in azione con Biella

Come giudicare il primo impatto con i tuoi nuovi compagni e le grandi aspettative riposte dai tifosi.
“Sicuramente molto buono, il gruppo e l’affiatamento cresce sensibilmente. Siamo tutti giovani, simpatici ci piace stare assieme e questo è un bene e un fatto positivo. Non sono preoccupato dalle aspettative dei supporter, mi fa piacere perchè significa che la società e il pubblico credono in me e io spero di ripagare tutti”.

Commenta su Facebook

commenti