Anche Cristini e Ciccone nel mirino del Messina. Ai saluti Padulano e Russo

Marco CristiniMarco Cristini con la maglia del Real Vicenza

Sono ore frenetiche per il Messina, che sta dando una prima impronta a una rosa che sarà progressivamente completata nel corso dell’estate. Radio mercato affianca all’ACR nomi di elementi più esperti e di tanti giovani di prospettiva, il cui tesseramento garantirà alle casse del club l’ottenimento dei premi di valorizzazione riconosciuti dai club di categoria superiore oltre ai contributi federali stanziati dalla Lega Pro.

Nicola Pasini

Nicola Pasini era un punto di forza della Pistoiese di Bertotto

Sempre più vicino ai giallorossi il difensore Nicola Pasini, che nell’ultima annata ha collezionato una trentina di presenze, quasi tutte da titolare, nella Pistoiese di Bertotto, da cui si è appena svincolato. Ha superato le 100 apparizioni in carriera tra i professionisti, disputando una ventina di gare in B con Spezia e Carpi mentre in C ha indossato anche le maglie di Carrarese e Venezia. Altra operazione che sembra in dirittura d’arrivo quella legata al giovane attaccante Jacopo Ferri, di proprietà della Roma. Già capitano della “Primavera” giallorossa, con cui ha firmato 18 marcature. Classe 1995, è una punta versatile, brevilinea, rapida e temibile per l’ottima tecnica e il buon tocco di palla. Dopo aver vinto campionato e Supercoppa nella Spal avrebbe l’opportunità di sfondare, nella squadra che già lanciò Ciciretti, altro talento capitolino.

Jacopo Ferri

Jacopo Ferri, talento esploso nella Roma, ha militato nella Spal

In porta, se il Messina si separerà da Berardi, arriveranno sia un estremo difensore più esperto che un under. Il primo identikit corrisponde a Anthony Iannarilli, anche lui a Pistoia con Bertotto. Scuola Lazio, in carriera ha già superato i 100 gettoni in Lega Pro, grazie ai trascorsi con Gubbio, Salernitana e Isola Liri. Viaggia però a cifre elevate ed è vincolato da altri due anni di contratto con il Pavia. Su di lui si era fiondato anche il Catania, prima di virare su Pisseri, già presentato da Lo Monaco. Il club lombardo non naviga in buone acque, tanto che la domanda d’iscrizione presentata giovedì sarebbe sprovvista della fideiussione richiesta a garanzia. Motivo per il quale potrebbero esservi dei margini di trattativa anche per un altro tesserato in uscita, il centrocampista Marco Cristini (nella foto grande in alto in azione con la maglia del Real Vicenza).

Nicola Ciccone

Nicola Ciccone è reduce da un biennio nella Cremonese

Il 30enne piemontese ha collezionato quasi 300 presenze in carriera tra i professionisti, con la parentesi più significativa a Cuneo, dove ha disputato ben otto campionati. In ottica under invece, altro giovanissimo destinato a indossare il giallorosso Nicola Ciccone, ’96 cresciuto nel vivaio della Sampdoria (25 gettoni e 3 gol in “Primavera”), nell’ultimo biennio alla Cremonese (26 apparizioni complessive). Ma per l’attacco il primo obiettivo resta il francese Allan Pierre Baclet, in uscita dal Martina, ma corteggiato anche dal Lecce (la sua famiglia vive proprio nel centro pugliese) e dalla Casertana. La punta 30enne ha siglato ben 13 reti nell’ultimo campionato. Per lui vasta esperienza anche in B con le maglie di Novara, Vicenza, Frosinone e Lecce. 51 le marcature tra i professionisti, era andato in doppia cifra anche ad Arezzo nella C1 edizione 2008/2009.

Genny Russo e Fornito

Genny Russo e Fornito, due dei tanti ex giallorossi che cambiano maglia

Dal Genoa potrebbero arrivare un’altra punta straniera, sulla quale Tosto e Bertotto stanno lavorando nell’anonimato, e il centrocampista africano Rodney Strasser. Il 26enne originario della Sierra Leone, cresciuto nel settore giovanile del Milan, ha collezionato 22 apparizioni in B con la Reggina e 16 presenze con la Lupa Castelli Romani nel torneo che si è appena concluso. Che il Messina propenda ormai per una rivoluzione totale lo conferma il fatto che anche altri due under da poche ore svincolatisi dai giallorossi, ovvero il difensore Genny Russo, classe 1995, e l’attaccante Fabio Padulano, ’94, sono destinati ad accasarsi altrove già nei prossimi giorni. La residua continuità con la passata stagione sarà rappresentata soltanto dalla permanenza di Ionut, Mileto e Bramati. Da valutare ancora le posizioni di De Vito e Burzigotti. Se ne saprà di più lunedì, quando lo staff tecnico tornerà in riva allo Stretto.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti