Anche Acireale-Fc Messina posticipata alle 15. Rientra Alessandro Marchetti

DambrosLa dedica di Dambros (foto Familiari)

Anche la sfida con l’Acireale si giocherà con calcio d’inizio alle ore 15. In pratica, oltre a Palermo e Savoia, che si contendono a distanza un primo posto sempre saldamente in mano ai rosanero, adesso sono anche le altre sfide decisive in ottica play-off a disputarsi in contemporanea nell’ultimo quarto di stagione, anche per garantire la massima regolarità al torneo.

Nel centro etneo di fronte ci saranno il Fc Messina, che ha appena riconquistato il terzo posto e prosegue la sfida a distanza con il Giugliano per l’ultimo gradino del podio, e gli acesi, che per punti conquistati sul campo sarebbero già a quota 49, ma pagano una penalizzazione di quattro punti e il ricorso perso con l’Acr per avere schierato Cannino a Messina.

Domenico Marchetti

Domenico Marchetti cerca di recuperare per Acireale (foto Familiari)

Dopo avere ripreso la preparazione martedì al “Giovanni Celeste”, mercoledì mattina Giuffrida e compagni si sono trasferiti sui campi del Cus Unime all’Annunziata, all’interno della Cittadella universitaria, che ormai da qualche tempo ospita due sedute settimanali della formazione allenata da Ernesto Gabriele.

In gruppo anche Domenico Marchetti, che cercherà di essere regolarmente al suo posto domenica ad Acireale, anche in virtù della contemporanea assenza del compagno di reparto Fissore, squalificato al pari di Carbonaro, che salterà anche le successive sfide con Acr Messina e Castrovillari, avendo rimediato per la seconda volta in stagione uno stop di ben tre turni.

Francesco Miele

Francesco Miele in azione in mezzo al campo (foto Familiari)

In settimana saranno osservati speciali da parte dello staff medico anche Brunetti, tra gli under più impiegati in stagione, e Falco, uno degli ultimi innesti del mercato invernale. Entrambi si sono accomodati in tribuna domenica, al pari di Alessandro Marchetti, che invece torna a disposizione dopo avere scontato una giornata di squalifica.

Lo staff tecnico deve fare i conti insomma con alcune pesanti defezioni, ma si può consolare con il positivo esordio contro il Savoia dell’argentino Gnicewicz, 2001 subito decisivo nell’azione che ha portato al rigore poi trasformato da Dambros. L’under, recentemente tesserato insieme al francese Gille e al connazionale Guzman, conferma la competitività e la profondità della panchina messinese.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva