Amatori Messina, Maggio: “Non tradiremo la nostra identità. La C premio per tutti”

Amatori MessinaIl tecnico Mario Maggio parla alla squadra

L’Amatori Basket Messina dopo cinque stagioni ha coronato l’inseguimento alla serie C Silver. I neroarancio di Mario Maggio vogliono arrivare pronti all’appuntamento del prossimo 6 ottobre, data d’esordio del torneo e stanno già lavorando con il massimo impegno per non lasciare nulla d’intentato. L’ottima stagione e il primo posto nella fase regolare di serie D sono un buon biglietto da visita ma nella nuova categoria le difficoltà non mancheranno come ci spiega il presidente e allenatore della formazione peloritana.

Amatori Messina

Mario Maggio, allenatore dell’Amatori Messina

“Ci siamo già riuniti e lavoriamo sodo, il nostro gruppo è completamente confermato con le aggiunte di Leonardo Di Dio che si è messo in luce in D col Castanea, Matteo Santoro e il pivot bolzanino Unechensky. Sottolineo che anche i primi due hanno già giocato con noi, Leonardo con le formazioni giovanili del nostro network, aveva diverse richieste ma è voluto restare a Messina anche per impegni di studio mentre Marco rientra alla base dopo due anni spesi anche per scelte logistiche a Spadafora dove ha giocato sia in serie C che al piano di sotto. Anton infine è un lungo di scuola ucraina ci ha colpito perchè è un ragazzo umile e vuole impegnarsi in questa nuova avventura, due requisiti fondamentali. Ha sempre giocato al Nord vicino casa ed in Toscana con buone medie”.

Per i tanti riconfermati in organico la C è un bel banco di prova.
Cordaro, Maggio, Mondello, Casablanca e Valitri non si sono mai fermati negli ultimi undici mesi, adesso con la preparazione alle porte era giusto offrirgli questa nuova possibilità dopo il primo posto che comunque ci schiuderà tante difficoltà. La nostra età media sarà di circa 20 anni, saremo i più giovani del torneo soltanto dopo l’Orsa Barcellona che ha fatto una scelta simile. Non tradiremo la nostra identità che ci accompagna da anni e conviviamo con un limite di budget che ci siamo imposti in questo ritorno in serie C”.

Castanea

Leonardo Di Dio, nuovo acquisto dell’Amatori Messina (foto Zagami)

Sguardo alle altre contendenti, numerosissime le messinesi e anche le altre squadre diranno la loro.
“Al momento Basket School Messina e Torrenova per me partono in pole. I primi stanno chiudendo un ottimo roster, i secondi sono una matricola solo di facciata con Busco un top player per la categoria e gli stranieri di primissimo piano. Alcamo mi sembra completa dopo l’unione con Trapani, Acireale e Adrano diranno la loro ma credo che nessuno col mercato ancora aperto parta in fondo al gruppo”.
Settembre mese determinante per pianificare il resto della stagione, questa l’agenda dell’Amatori.
“Adesso stiamo affinando molto la parte atletica rispetto alla tecnica mentre la prossima settimana invertiremo le due componenti privilegiando la seconda. Vogliamo arrivare pronti al primo mese di campionato dove ci attendono due derby (Orsa e Bk School), la sfida a Ragusa e l’altro derby con l’Agatirno. Dal 10 disputeremo alcune amichevoli a partire con la doppia sfida al Castanea di D. La nostra casa resta il PalaTracuzzi ma vogliamo capire la distribuzione dei vari turni tra le società che hanno necessità di avere spazi per i molteplici campionati cui partecipano”.

Commenta su Facebook

commenti