Alla Waterpolo Messina non basta il cambio in panchina. Rapallo si impone per 11-8

pallanuoto serie a1 femminileGiorgia Amedeo (foto V. Nicita Mauro )

Non è bastato il cambio in panchina alla Waterpolo Messina. Le peloritane subiscono una sconfitta onorevole, 11-8, nella trasferta di Rapallo, nella prima gara di un doppio turno esterno consecutivo. La squadra giallorossa, alla cui guida c’è adesso il neo tecnico Johanne Begin, ha lottato alla pari per tre tempi prima di arrendersi alla maggiore consistenza tecnica dell’avversario. Le liguri sono uscite alla distanza anche grazie ad un maggior numero di rotazioni disponibili rispetto alle peloritane, andate in rete con sette giocatrici sulle nove presenti a referto.

pallanuoto serie a1 femminile

Leticia Belorio al tiro (foto V. Nicita Mauro)

Il primo tempo molto equilibrato,  si sblocca dopo 6’36” con il vantaggio del Rapallo realizzato dalla Van Der Graaf. La reazione della peloritane arriva immediatamente con Giorgia Amedeo. Sul finire del tempo giunge il raddoppio delle siciliane ad opera della brasiliana Leticia Belorio. Nel secondo periodo la Amodeo firma la doppietta personale, portando a tre le reti della Waterpolo Messina che però deve subire il ritorno delle padrone di casa, a segno prima con Avegno e dopo con Genee. Il nuovo vantaggio messinese arriva in superiorità numerica, lo realizza Agnese D’Amico. Ma poco dopo ancora Genee riporta in parità (4-4) il Rapallo, che con Gagliardi sfrutta la superiorità e chiude in vantaggio a metà gara. Al ritorno in vasca Zanetta porta a due le reti di vantaggio per la squadra ligure, Messina reagisce e prima dimezza lo svantaggio con Bonanno, in superiorità numerica, e poi pareggia con capitan Radicchi. Dopo meno di 30″ Rapallo ristabilisce il vantaggio con Zanetta, che poi realizza il terzo centro personale e permette alla sua squadra di chiudere in vantaggio per 8-6. Ultima frazione con le due squadre che non riescono a superare le difese avversarie, dopo 4′ Genee sfrutta l’uomo in più e supera Sotireli (9-6). Un minuto dopo Marcialis porta a quattro le reti di vantaggio del Rapallo. Il gol di Brown riavvicina Messina, che perde la Belorio, espulsa per limite di falli. Fuori anche Marcialis per la squadra di casa; vanno ancora in gol le peloritane con Marchetti in superiorità. In chiusura di tempo è Cuzzupè a realizzare il gol che fissa il risultato sull’11-8.

waterpolo Messina

Johanne Begin (foto cbc.ca)

La Waterpolo Messina rimane all’ultimo posto in classifica ma con immutate possibilità di centrare la salvezza visto che Cosenza e Florentia non hanno guadagnato punti. Nel prossimo turno nuova trasferta in Liguria contro il Bogliasco. Questo il commento dell’allenatore Johanne Begin: “Ho visto grande disponibilità e sacrificio del gruppo. Siamo stati in partita e, probabilmente, ci manca un rigore nel quarto tempo che ci avrebbe potuto portare sul -1 e reso la sfida ancora più avvincente. Abbiamo sbagliato qualcosa, cose semplici su cui dovremo lavorare ma sono fiduciosa per il futuro”.

TABELLINO – Rapallo-Waterpolo Messina 11-8 ( 1-2,4-2,3-2, 3-2)
RAPALLO: Lavi, Zanetta 3, Gragnolati, Avegno 1, Marcialis 1, Sessarego, D’Amico M., Giustini, Van der Graaf 1, Cuzzupè 1, Genee 3, Gagliardi 1, Gaetti. All. Antonucci.
WATERPOLO MESSINA: Sotireli, De Vincentiis, Bonanno 1, Amedeo 2, Brown 1, Radicchi 1, D’Amico A. 1, Marchetti 1, Belorio 1,  All. Begin.
Arbitri: Calabrò e Scappini. Uscita per limite di falli Belorio (Messina) nel quarto tempo. Sup. num.: Rapallo 3/11 + 1 rig. e Messina 4/12. Sotireli (Messina) para un rigore a Marcialis nel primo tempo. Espulsa per proteste Marcialis (Rapallo) a 7’03 del quarto tempo.

Questi i risultati della undicesima giornata: Padova – Cosenza 11-4 (giocata mercoldì), Sis Roma – Bogliasco 9-11, Milano – Florentia 9-5.  Riposa – Ekipe Orizzonte Ct. Classifica A/1 F:  Ekipe Orizzonte Ct 25, Padova 21, Rapallo e Milano 18, Bogliasco e Sis Roma 15,  Cosenza 7,  Florentia 5, Waterpolo Messina 3.

Commenta su Facebook

commenti