Aladje incontenibile: tripletta. Il Fc Messina vince e convince a Palmi (2-4)

AladjeAladje ha avuto un impatto strepitoso (foto Familiari)

L’esordio perfetto. È Gomes Aladje l’indiscusso protagonista di Palmese-Fc Messina, che ha regalato ai siciliani il primo successo stagionale. L’attaccante portoghese è uscito dal “Lopresti” con il pallone in mano, in ricordo della tripletta che ha caratterizzato il perentorio 4-1 in favore dei giallorossi, che in terra calabrese hanno vinto e convinto in una gara senza storia.

Ospiti avanti al 2’ grazie all’assolo di capitan Giuffrida, prima dello show di Aladje che ha timbrato il cartellino all’8’, al 16’ e al 18’. Nel mezzo il gol dei padroni di casa che sul 2-0 avevano riaperto il match con l’inzuccata di Misale, mentre il rigore di Condomitti al 75’ aveva ridato qualche speranza alla Palmese, prima del rosso diretto a Misale.

Fc Messina

L’undici titolare del Fc Messina a Palmi (foto Familiari)

Il pre-partita La squadra di Costantino ritrova la Palmese, dopo il successo nella gara di Coppa Italia di poche settimane fa firmato da Marchetti. Tra le fila giallorosse scontate le assenze dell’infortunato Ezequiel Melillo, ma anche di Kamara, Kellian e Coria, per i quali la società sta sbrogliando alcuni iter burocratici per il tesseramento. Tra i pali confermato Aiello, i terzini sono Casella e Brunetti mentre al fianco di Domenico Marchetti c’è l’esordiente Fissore, preferito a Quitadamo. In mezzo a presidiare la mediana c’è sempre capitan Giuffrida, insieme ad Alessandro Marchetti e Correnti, che vince il secondo ballottaggio di giornata contro Bevis. A guidare l’attacco ci sarà il portoghese Gomes Aladje, anche per lui si tratta di un esordio, insieme a Carbonaro e al brasiliano Dambros.

Dambros e Alessandro Marchetti

Dambros e Alessandro Marchetti (foto Familiari)

La cronaca Come contro il Licata, i giallorossi partono forte e la sbloccano già al 2’: capitan Giuffrida dai 25 metri raccoglie un traversone dalla destra, stoppa di petto e fulmina  De Caria con un bolide che si va ad insaccare all’incrocio dei pali. Il gol a freddo taglia le gambe ai calabresi, la squadra di Costantino sente l’odore del sangue e si avventa sulla preda arrivando a piazzare il raddoppio già all’8’ con un’azione da magistrale. Splendido lancio di A. Marchetti per Carbonaro, che con uno splendido colpo di tacco libera Aladje che di potenza fulmina Di Caria. La Palmese però non ci sta e prova a scuotersi, all’11’ bella punizione dell’ex Acr  Chiavazzo, ma Aiello si distende e mette in corner. Sugli sviluppi del tiro della bandierina Misale svetta più in alto di tutti anticipando Aiello dimezzando lo svantaggio: 1-2. L’Fc Messina però non demorde e riprende subito in mano le redini dell’incontro colpendo una clamorosa traversa al 16’ con Carbonaro, che mette i brividi a De Caria con uno splendido tiro a giro che si stampa sull’incrocio dei pali.

Matteo Fissore

Il difensore Matteo Fissore era all’esordio (foto Familiari)

Poco dopo gli ospiti sfiorano di nuovo la marcatura con un’azione un po’ confusa, terminata con la stoccata di Aladje che termina sulla parte bassa della traversa e con la palla che non supera la linea di porta. Sul proseguo dell’azione, Aladje sigla in terzo gol con un perentorio colpo di testa. L’esordio da urlo dell’attaccante portoghese non è finito qui, visto che al 18’ arriva pure il 4-1 grazie ad un tap-in dopo una respinta corta dell’estremo calabrese su una conclusione di Carbonaro.  La Palmese prova a reagire, al 26’ Saba colpisce di testa da buona posizione dopo un cross dalla destra, ma la sfera termina sul fondo. Quello prodotto dai padroni di casa, però, è solo un fuoco di paglia, la Palmese ci prova ma in modo poco ordinato, mentre i giallorossi, forti del triplo vantaggio, sciorinano calcio e si rendono pericolosi in contropiede con Carbonaro prima e con Dambros poi. Il primo tempo scivola via anche dopo qualche momento di nervosismo, ma con l’Fc Messina saldamente in vantaggio per 4-1 con Aladje assoluto protagonista.

Giuffrida

Giuffrida ha sbloccato subito il match (foto Familiari)

Nella ripresa Del Torrione prova a dare una scossa ai suoi inserendo Spanò e Militano al posto di Della Guardia e Occhiuto, ma il canovaccio della gara non cambia. L’Fc Messina controlla agevolmente un match che sembra ormai in cassaforte, non disdegnando qualche sortita offensiva con Carbonaro e Dambros capaci di fare il bello e il cattivo tempo per tutta la gara sulle fasce.  Proprio Carbonaro sfiora la cinquina con un bel tiro a giro dal limite, ma De Caria dice di no. La Palmese prova a rendere meno amaro il passivo, ma nessuno è lesto a ribadire in rete il bel cross di Misale. Anche Costantino si affida ai cambi, inserendo Quitadamo e Carrozza al posto di Casella e Dambros. Al 75’ il direttore di gara punisce con la massima punizione una trattenuta in area di D. Marchetti su Misale dopo un corner. Dal dischetto si presenta Condomitti che fulmina Aiello.

Giuffrida

L’esultanza di Giuffrida e compagni (foto Familiari)

Poco dopo i calabresi tentano di rientrare in partita con Militano che calcia di destra da fuori, ma la sua conclusione viene deviata e termina di poco a lato. La Palmese però si fa male da sola, perchè sugli sviluppi del corner Misale colpisce al volto D. Marchetti, il signor Pacella di Roma 2 vede tutto ed estrae il cartellino rosso all’indirizzo del giocatore neroverde. All’87’ Bevis, entrato da poco al posto dell’ottimo Carbonaro, serve ad Aladje un pallone da spingere in rete, ma il portoghese manda a lato mancando il poker personale.  E’ l’ultimo brivido di un match senza storia, che l’Fc Messina ha vinto con merito dopo un avvio scintillante e che gli è mai scivolato dalle mani, neanche dopo gli sporadici scatti d’orgoglio della Palmese. Con il Licata c’è stata la prestazione, a Palmi sono arrivati anche i tre punti e adesso è lecito porsi una domanda: questo Fc Messina può già considerarsi una big di questo campionato? Alla sfida interna con il Corigliano l’ardua sentenza.

Fc Messina

L’abbraccio finale dei giallorossi (foto Familiari)

Il tabellino. Palmese – Fc Messina 2-4
Marcatori: 2’ Giuffrida, 8’, 16’, e 18’ Aladje, 12’ Misale, 75’ rig. Condomitti
Palmese: De Caria, Granata, Misale, Cinquegrana, Della Guardia (46’ Spanò), Chiavazzo, Condomitti, Villa, Saba (76’ Verdirosi), Schisciano (90’ Bruno), Occhiuto (46’ Militano). A disp.: Licastro, Buonocore, Favasuli, Todaro, Tassi  All.: Dal Torrione
Fc Messina: Aiello, Giuffrida (89’ Miele), Marchetti D., Carbonaro (85’ Bevis), Fissore, Aladje, Marchetti A., Casella (64’ Quitadamo), Brunetti, Correnti (90’ Correnti), Dambros (64’ Carrozza). A disp.: Oliva, Puleo, Pini, Chiappino. All.: Costantino
Arbitro: Pacella di Roma 2
Assistenti: Vitale di Salerno e Dell’Isola di Sapri
Note – Ammoniti: Cinquegrana (P), Granata (P). Espulsi: 78’ Misale (P) per aver colpito al volto un avversario.

Commenta su Facebook

commenti