Al Clan Off Teatro di Messina in scena “Noosfera Lucignolo” con Roberto Latini

Roberto Latini

Dal personaggio immaginario descritto da Collodi nelle avventure del suo Pinocchio e attraverso l’esplorazione della scrittura che diventa scenica, nasce uno spettacolo che si scompone intorno alla riflessione dei testi e sui processi per la rappresentazione. Ecco “Noosfera Lucignolo”, di e con Roberto Latini, premio UBU 2014 come Miglior Attore; musiche originali di Gianluca Misiti, luci di Max Mugnai. Ritorna a Messina la compagnia Fortebraccio Teatro per un imperdibile appuntamento nell’ambito della stagione “È tempo di teatro”, direzione artistica di Mauro Failla e Giovanni Maria Currò, penultimo spettacolo di una rassegna dai grandi nomi, che ha animato lo spazio di via Trento. “Noosfera Lucignolo” sarà in scena domenica 7 maggio alle 18.30.

Noosfera Lucignolo

Un momento dello spettacolo “Noosfera Lucignolo”

Lo spettacolo
“Lucignolo” è il primo movimento di un programma intitolato “Noosfera”, parola che sintetizza e definisce la sfera del pensiero umano e che prosegue con “Noosfera Titanic” e “Noosfera Museum”. “Penso al Pinocchio di Collodi come a un piccolo manuale dell’italianità. Lucignolo è una delle figure più interessanti. La sua relazione col protagonista, la sua funzione-chiave all’interno della vicenda, mi sembrano addirittura meno importanti del desiderio che Lucignolo ha di andarsene – osserva Roberto Latini – Andare via, ancora prima di una destinazione, ancora prima di un qualsiasi Paese dei balocchi, corrisponde a tanto diffuso sentire. La ricerca di un futuro diverso, fatalmente prima di un futuro migliore, è quanto muove questo personaggio. Senza riferimenti ad alcuna metafora educativa, senza le comodità principali letture, Lucignolo è capace della ricchezza di tante sfumature, che danno nuova luce a quanto sembra essere invece fatalmente il suo destino. È il figlio di un malessere che non si accontenta della sola aspirazione, non si consola, agisce, inseguendo la certezza di un miraggio e paga il conto del proprio sogno. Viva Lucignolo!, ho pensato, e la sua sfacciata ignoranza, piuttosto che il perbenismo desolante di questa cultura”.

Roberto Latini

Roberto Latini sul palco

La Compagnia
Fortebraccio Teatro è una compagnia teatrale riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali dal 1999. Volta alla sperimentazione del contemporaneo, alla riappropriazione dei classici e alla ricerca di una scrittura scenica originale, vive della collaborazione artistica di Roberto Latini, Gianluca Misiti e Max Mugnai.
Roberto Latini, attore, autore e regista, si è formato a Roma presso lo Studio di Recitazione e di Ricerca teatrale diretto da Perla Peragallo, dove si è diplomato nel 1992.
Vincitore negli anni dei premi intitolati “Wanda Capodaglio”, “Prova d’Attore”, “Bruno Brugnola” e “Sergio Torresani”, ha ricevuto il Premio Sipario nell’edizione 2011, il Premio UBU 2014 come Miglior Attore e il Premio della Critica dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro nel 2015. Direttore del Teatro San Martino di Bologna dal 2007 alla primavera del 2012, è il fondatore della compagnia Fortebraccio Teatro.

Commenta su Facebook

commenti