Akademia Sant’Anna: “Vanificati due mesi di preparazione. Protocolli inadeguati”

Nino GagliardiMister Nino Gagliardi durante l'allenamento al PalaTracuzzi

L’Akademia Sant’Anna, condizionata da ben quattordici positività, emerse a fine ottobre, torna a fare sentire la sua voce sui social, ritenendo insufficienti le misure adottate dalla Fipav, che sembrano vanificare tutti gli sforzi del club: “Nei giorni scorsi abbiamo denunciato la surreale situazione che stiamo vivendo a causa di una gestione poco oculata dell’emergenza covid-19 sul nostro territorio, ma la nostra preoccupazione non si può circoscrivere purtroppo solo al presente ma deve, per forza di cose, “guardare” oltre. Mentre combattiamo con il virus, la burocrazia, le istituzioni la Federazione Italiana Pallavolo ci comunica che il 23-24 gennaio 2021 dovremo scendere in campo per la prima partita del Campionato di B1 Femminile.

Akademia Sant'Anna

Le ragazze dell’Akademia Sant’Anna sotto rete

Oggi magari non ci pensiamo, perché la priorità di Akademia Sant’Anna è quella di venir fuori da questa situazione tutelando la salute dei propri tesserati, ma domani? Quando anche l’ultima delle ragazze si sarà “negativizzata” come dovremo affrontare il tutto? Oggi siamo fermi ai box da quasi un mese, tutto quello che abbiamo fatto dal 31 agosto al 30 ottobre non servirà a nulla, a Dicembre dovremo ricominciare tutto dall’inizio come se due mesi di allenamenti, sacrifici, stipendi pagati, forniture pagate non fossero mai esistiti eppure nei nostri polmoni, nelle nostre gambe e soprattutto nelle nostre casse il segno di due mesi di attività c’è eccome se c’è.

Saremo pronti a ripartire, onoreremo il campionato al quale ci siamo iscritti a luglio, ma siamo sicuri che sia la cosa giusta? Noi, più che altri, sappiamo cosa significhi aver incontrato sul nostro cammino il Covid e se domani saremo così tanto sfortunati da percorrere nuovamente la stessa strada del virus? Come faremo, a campionato in corso, a fermarci per un mese così come ci è già accaduto? Sono tanti gli interrogativi che ci poniamo, il 27 novembre sapremo come la Fipav ha intenzione di riprendere le attività ma non sappiamo se riusciremo a dare una risposta a tutte le nostre domande.

Akademia Sant'Anna

L’Akademia Sant’Anna in azione alla Palestra Juvara nella passata stagione

In questo periodo di incertezza generale ci piacerebbe avere il conforto di chi ci “governa”, noi a dicembre dovremo rimettere mano al portafogli, riaprire le casse per riprendere a pagare stipendi e tutto quello che un’attività come la nostra comporta sperando che il tutto non sia vano ed inutile come accaduto per i mesi scorsi. Oggi sappiamo cosa stiamo vivendo ed abbiamo vissuto sulla nostra pelle, sappiamo che i protocolli così come previsti per la serie B non ci consentirebbero di fare attività in maniera serena e tranquilla, il domani non spetta solo a noi scriverlo”.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva