Akademia, Costantino: “Sognavamo l’esordio in A2. Ora attendiamo i messinesi”

Akademia Sant'AnnaLe giocatrici dell'Akademia Sant'Anna in posa per gli scatti social

Dopo la storica promozione dei mesi scorsi, l’Akademia Sant’Anna, griffata Desi Shipping, è pronta all’esordio in serie A2, categoria che a Messina mancava da oltre vent’anni. Il presidente Fabrizio Costantino è soddisfatto e consapevole del duro lavoro compiuto dalla società: “È una categoria molto complessa, anche a livello burocratico. L’A2 è un grande spettacolo, che abbiamo desiderato e sognato, guadagnato con tanti sacrifici economici e di tempo, dal momento che una stagione tra pianificazione e campo dura dieci mesi. Abbiamo avviato un progetto di marketing finalizzato a coinvolgere gli imprenditori cittadini ma anche provenienti da fuori città”.

Akademia Sant'Anna

Il presidente dell’Akademia Sant’Anna Fabrizio Costantino e il sindaco Federico Basile

Quattro le conferme rispetto alla passata stagione (Martilotti, Varaldo, Muzi e Composto), otto i nuovi acquisti. Cambiano il tecnico, l’esperto Breviglieri, e il palazzetto, con il passaggio dal PalaTracuzzi all’impianto della Cittadella Sportiva Universitaria. “All’Annunziata siamo stati ben accolti dall’Università e ci troviamo bene, in una struttura grande, moderna, riscaldata e con adeguato ricircola dell’aria. Anche il Comune si sta adoperando per ottenere finalmente nei prossimi mesi l’agibilità del PalaRescifina di San Filippo e del PalaTracuzzi. Sarebbe un bel segnale per il movimento, oltre che un impegno mantenuto da parte delle Istituzioni”. 

La nota stonata, e non è una novità quando si parla di sport a Messina, è la risposta effettiva della città: La campagna abbonamenti è andata un po’ a rilento. Speriamo di convincere altri sostenitori nell’ultima settimana. Messina viene da oltre vent’anni di B, C e D. La gente non era abituata a pagare per accedere al palazzetto. Ci vuole pazienza e sensibilità da parte della gente: deve comprendere che stiamo facendo tanti sacrifici”. 

Akademia Sant'Anna

Le giocatrici dell’Akademia Sant’Anna durante la presentazione ufficiale

Il massimo dirigente ritiene fondamentale il supporto degli appassionati, per dare linfa al progetto: “Purtroppo non bastano il supporto degli sponsor, dell’Amministrazione Comunale e dell’Università, ma serve anche il pubblico. Speriamo possa sostenerci con la voce e un piccolo contributo economico. C’è una capienza di 500 spettatori, speriamo di avere una bella cornice adeguata”.

La società si sta comunque adeguando per assicurarsi calore e spalti gremiti: “Coinvolgeremo anche le scuole, chiaramente in questo caso non per ottenere un ricavo economico ma principalmente per fare conoscere il nostro sport e avvicinare i giovani alla pallavolo, oltre che per riempire il palasport. Abbiamo anche lanciato iniziative dedicate ai tesserati Fipav e ai ragazzi di età compresa fra i 13 e i 17 anni, che usufruiranno di uno sconto del 50%”.

Autori

+ posts
+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza