ACR, weekend amaro per Under 17 e Berretti travolte a Cosenza e Catanzaro

ACR Messina Allievi NazionaliLa formazione ACR Messina Allievi Nazionali della scorsa stagione

Non riesce, la formazione Under 17 dell’Acr Messina, a portare punti dalla trasferta di Cosenza, contro una squadra ben organizzata che ha nel possesso di palla la sua arma migliore. Primi 20′ di studio per entrambe le formazioni, poi al 21′ il Messina passa in vantaggio con Carini, abile nel recuperare palla fuori area rossoblu, controllare con il sinistro e calciare al volo un bolide con il destro che si insacca all’incrocio dei pali.

I giovani giallorossi in una azione d'attacco

I giovani giallorossi in una azione d’attacco

Passa solo un minuto ed il Cosenza perviene al pareggio. La manovra di snoda sull’asse di destra con Ruffolo, che mette in mezzo verso il secondo palo dove Grosso è pronto alla conclusione volante sulla quale Benfatta risponde presente; ma la sfera finisce tra i piedi di Tribulato che, da due passi, di piatto appoggia in rete. Al minuto 30, Di Stefano lancia Miuccio sulla sinistra che, in velocità, lascia partire un tiro che scheggia il secondo palo. Al 38′ il raddoppio dei lupi. Canonico incespica sul pallone a centrocampo, ma per l’arbitro è calcio di punizione. Si incarica della battuta lo stesso Canonico che innesca sulla destra Tribulato il quale dal vertice dell’area fa partire un sinistro a giro che si insacca all’incrocio dei pali. La reazione del Messina al 39′ con una conclusione debole di Miuccio che Abatematteo para senza soverchie difficoltà. Nella ripresa, al 16′, il Cosenza fa tris con Pellegrino che dal vertice destro dell’area di rigore trova il secondo eurogol di giornata insaccando con un preciso diagonale sotto la traversa. L’ultimo sussulto giallorosso al 25′: Cavarra lancia Carini che entra in area e fa partire una conclusione insidiosa che il portiere calabrese riesce a deviare in angolo. Da quel momento in avanti si inaugura il valzer delle sostituzioni, ma fino ad arrivare al triplice fischio che determina la fine della gara il risultato non cambierà.

ACR Messina

Il giovane centrocampista del Messina Fabio Bossa

Non va meglio alla formazione Berretti, travolta a Catanzaro con un rotondo 4-0. Partono subito forti i calabresi che al 3′ mancano una occasionissima per sbloccare il match. Al 3′, infatti, Vitale viene toccato all’interno dell’area di rigore peloritana e l’arbitro concede il calcio di rigore a favore della squadra di casa. Batte lo stesso Vitale ma La Ferrara si distende e para. Il Catanzaro spinge sull’acceleratore e al 10′ una bella azione personale di Bonadio, che si destreggia bene al limite dell’area di rigore ma calcia a lato. Al 13′ primo acuto del Messina con Longo che, dalla sinistra, entra in area e calcia con decisione ma la sfera viene rimpallata da un difensore e si perde di poco a lato. Proprio in chiusura di tempo, al 45′,  il Catanzaro passa in vantaggio con Martellini che da due passi finalizza in fondo al sacco un cross piovuto dalla sinistra. In avvio di ripresa, al 2′, ancora il Catanzaro sugli scudi con Bonadio che calcia dal limite ma La Ferrara è bravo a deviare in corner. E’ il preludio alla rete del raddoppio, che giunge al 4′ grazie a una pregevole azione personale Dodaro che, da fuori, conclude in rete facendo secco La Ferrara. I calabresi calano il punto del tris all’11’ con Bonadio che insacca nell’angolino basso della porta difesa da La Ferrara. Il Messina cerca la reazione senza arrivare quasi mai alla conclusione e, al 48′, giunge invece la quarta rete per i locali con Vitale che raccoglie un pallone vagante fuori area e calcia a rete beffando ancora una volta La Ferrara.

COSENZA-MESSINA (UNDER 17) 3-1
Cosenza: Abatematteo, Armentano, Binetti (7′ st Chiappetta), Collocolo, Nicoletti (34′ st Misuri), Bilotta, Ruffolo (34′ st Casciaro), Grosso (24′ st Annone), Tribulato (7′ st Gentile), Canonaco (24′ st Pisani), Pellegrino (34′ st Rose) All. R. Occhiuzzi
Messina: Benfatta S., Scaffidi, Di Stefano (31′ pt Mirabile), Cavarra, Leo, Mendolia, Balsamà, Marabello (42′ st Maisano), Miuccio, Carini, Tritone. All. G. Spada
Arbitro: F. Longo di Paola
Reti: 21′ pt Carini (M), 22′ e 38′ ptt Tribulato (C), 16′ st Pellegrino (C)
Espulso: Carini 37′ st (M)

CATANZARO-MESSINA (BERRETTI) 4-0
Catanzaro: Laganà, Matellicani, Lugliera, Lionetti (14′ st Ricci), Rocca, Grano, Pagano (9′ st Tedesco), Dodaro, Vitale, Bonadio, Nesticò (18′ st Cotroneo). All. G. Procopio
Messina: La Ferrara, Sturniolo, Cuzzilla, Molino, Fiumara (36′ st Latella), Orlando, Ardiri, Bossa, Tessadri (18′ st Doddis), Longo, Saglimbeni (11′ st Penna). All. S. Principato
Arbitro: Cortale di Locri
Reti: 45′ pt Matellicani, 4′ st Dodaro, 11′ st Bonadio, 48′ st Vitale

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti