Acr Messina, arriva l’esterno under Paolo Gambino in prestito dal Taranto

Paolo GambinoPaolo Gambino con la maglia del Taranto

Paolo Gambino è un nuovo giocatore dell’Acr Messina. In attesa della nota del club siciliano, ad ufficializzarne il trasferimento in prestito è stato il Taranto. Gambino, scuola Palermo, classe 2000, troverà in riva allo Stretto proprio il tecnico tarantino Michele Cazzarò.

Il Taranto FC 1927 ufficializza in data odierna due operazioni in uscita. Sono stati ceduti con la formula del prestito temporaneo il difensore Iannò ed il centrocampista Gambino rispettivamente al Marina di Ragusa e all’Acr Messina, squadre militanti come i rossoblù in serie D, ma nel girone I. I due under classe 2000 restano di proprietà del Taranto. La rosa attuale a disposizione del tecnico Nicola Ragno è composta da 27 giocatori”, si legge sul portale ufficiale del club pugliese.

Coralli

Un controllo sull’out laterale di Coralli

Di seguito la rosa aggiornata dell’Acr Messina.
Portieri – Michele AVELLA (2000; Casertana, prestito); Alessio POZZI (2000; Carpi, prestito).
Difensori – Francesco BARBERA (2001; confermato); Francesco BRUNO (1990; Nardò); Vincenzo DE MEIO (2000; Parma, prestito), Francesco FORTE (1998; Fidelis Andria), Alessandro FRAPAGANE (1994; Città di Messina); Antonello GIORDANO (1988; Francavilla); Eugenio NARDELLI (2001; Virtus Entella); Domenico STRUMBO (2000; Roccella); Gaetano UNGARO (1987; Reggio Audace).
Centrocampisti – Giuseppe BONASERA (2001; Camaro); Francesco BUONO (1999; Avellino); Nicolò CAPILLI (2002; Camaro); Alessio CRISTIANI (1989; Siena);Paolo GAMBINO (2000; Taranto, prestito); Facundo Gustavo OTT VALE (1993; Siracusa); Gianluca SAMPIETRO (1993; Gozzano); Francesco SAVERINO (2001; Città di Sant’Agata).
Attaccanti – Angelo CAFARELLA (2001; Città di Messina); Claudio CORALLI (1983; Alessandria); Antonio CRUCITTI (1987; Cittanovese), Gennaro ESPOSITO (1984; Nola); Francesco Pio ORLANDO (2001; Sampdoria); Giuseppe SICLARI (1986; Fidelis Andria); Christian SUMA (2000; Lecce).

Commenta su Facebook

commenti