Acireale, maxi-squalifiche dopo la finale persa con la Sicula Leonzio

AcirealeA fine partita l'Acireale è in festa

Provvedimenti disciplinari pesantissimi a carico dell’Acireale dopo la finale regionale di Eccellenza giocata e persa per 1-0 contro la Sicula Leonzio. Inibito fino al 31 dicembre 2016 il dirigente Emanuele Merola “per proteste nei confronti dell’arbitro; nonchè, a fine gara, per avere assunto grave contegno aggressivo e per avere spintonato un A.A.”. Squalificato fino al 30 giugno 2020 il massaggiatore Giuseppe Candido “per avere colpito l’arbitro con un violento calcio alla caviglia destra, provocando forte dolore, a fine gara”. Tra i calciatori squalifica fino al 1 maggio 2021 per Filippo Vittorio “per contegno offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro e per averlo colpito con un violento pugno alla nuca, provocando forte dolore e la necessità di ricorrere a cure ospedaliere, a fine gara”. Quattro gare di stop per Simone Arcoria, inoltre 800 euro di ammenda al club granata.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti