Collegio di Garanzia, accolti i ricorsi di FIGC e Lega Pro contro la Vibonese

Pippo CaffoPippo Caffo, presidente della Vibonese, a Roma per una delle pronunce dedicate al suo club

Come reso noto dal CONI la Prima Sezione del Collegio di Garanzia, presieduta dal prof. Sanino, ha accolto il ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 86/2018, presentato il 18 settembre 2018 dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) contro l’U.S. Vibonese Calcio S.r.l. e nei confronti della Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro), nonché della A.C.R. Messina S.r.l., per l’annullamento della decisione della Corte Federale d’Appello della medesima FIGC, di cui al C.U. n. 20/CFA del 20 agosto 2018, che, in accoglimento del gravame proposto dalla Vibonese, ha annullato la decisione del Giudice di primo grado endofederale e ha disposto il posizionamento della società A.C.R. Messina all’ultimo posto in classifica del campionato di Lega Pro, girone C, nella stagione sportiva 2016/2017

e il ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 89/2018, presentato il 20 settembre 2018 dalla Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro) contro la U.S. Vibonese Calcio s.r.l. e nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), nonché della società A.C.R. Messina, per l’annullamento della decisione della Corte Federale d’Appello FIGC, di cui al C.U. n. 020/CFA del 20 agosto 2018, che, in accoglimento del gravame proposto dalla Vibonese, ha disposto il posizionamento della società ACR Messina all’ultimo posto in classifica del campionato di Lega Pro, girone C, nella stagione sportiva 2016/2017. Il Collegio ha, altresì, disposto che le spese seguano la soccombenza, liquidate nella misura di € 1.000,00, oltre accessori di legge, in favore di ciascuna ricorrente (FIGC e Lega Pro).

Commenta su Facebook

commenti