A Ulissi la tappa calabrese, Dumoulin torna in rosa. Nibali posa con Cancellara

UlissiUlissi celebra il successo in Calabria

La prima tappa italiana del 99esimo Giro d’Italia è stata preceduta da un simpatico siparietto nella hall dell’hotel in cui risiedevano la Astana di Vincenzo Nibali e la Trek di Fabian Cancellara. Il ciclista siciliano ha ricevuto da Messina la visita dei genitori e si è intrattenuto a parlare con loro. Il terzetto è diventato un quartetto quando lo “squalo dello Stretto” ha chiesto a Cancellara di farsi scattare una foto. Papà e mamma Nibali hanno scambiato due parole col fuoriclasse francese, mentre l’obiettivo li immortalava.

Vincenzo Nibali e Fabian Cancellara

Vincenzo Nibali in posa con i genitori e Fabian Cancellara (foto Vincenzo Nicita)

La frazione che portava da Catanzaro a Praia a Mare è andata a Diego Ulissi. Il tracciato è risultato più impegnativo del previsto a causa del primo caldo stagionale e dell’andatura elevata già dalle prime pedalate. L’azione risolutiva a 10 km dal traguardo. Il livornese della Lampre-Merida riusciva a conquistare una manciata di secondi di vantaggio, mantenendolo sino alla fine nei confronti di un gruppo di una trentina di uomini con all’interno tutti i big. Per lui è la quinta vittoria al Giro.

La maglia rosa ha cambiato padrone, passando dalle spalle di Kittel a quelle di Tom Dumoulin, per la terza volta in quattro giorni detentore del simbolo del primato. L’olandese della Giant ha tagliato per secondo il traduardo, a 5” dal vincitore, arrivando in coppia con lo scalatore della Lotto-Jumbo Steven Kruijswijk. Nella generale vanta adesso 20” sul lussemburghese Jungels (Etixx), mentre Marcel Kittel affonda ai primi abbozzi di salita.

Vincenzo Nibali

Vincenzo Nibali travolto dall’entusiasmo dei fan (foto Ansa)

Tutto invariato tra i big di classifica: Nibali, Valverde e Landa arrivano in gruppo 6” dopo, anche se lo spagnolo di Sky è stato costretto a ricucire dopo una mossa dei primi due. Con loro anche Chaves, Zakarin, Pozzovivo, Uran e Majka. Mercoledì la quinta tappa da Praia a Mare a Benevento, 233 km ondulati nella prima parte con il gran premio della montagna di terza categoria di Fortino. Finale per velocisti, ultimo chilometro in leggera salita.

Questo l’ordine d’Arrivo della quarta frazione — 1. Diego ULISSI (Lampre-Merida) 200 km in 4.46’51”, media 41,834 km/h; 2. Dumoulin (Ola) a 5”; 3. Kruijswijk (Ola); 4. Valverde (Spa) a 6”; 5. Brambilla; 6. Nibali; 7. Zakarin (Rus); 8. Busato; 9. Chaves (Col); 10. Roche (Irl); 11. Firsanov (Rus); 12. Majka (Pol); 13. Preidler (Aut); 14. Pozzovivo; 15. Siutsou (Bie); 16. Uran (Col); 17. Taaramae (Est); 18. Kochetkov (Rus); 19: Fuglsang (Dan); 20. Landa (Spa); 30. Amador (C. Rica) a 43”.

Questa la Classifica Generale — 1. Tom DUMOULIN (Ola – Giant); 2. Jungels (Lus) a 20”; 3. Ulissi; 4. Kruijswijk (Ola) a 24”; 5. Preidler (Aut); 6. Nibali a 26″; 7. Valverde (Spa) a 31”; 8. Fuglsang (Dan) a 35”; 9. Roche (Irl) a 37”; 10. Chaves (Col); 11. Zakarin (Rus) a 39”; 12. Uran (Col) a 40”; 13. Majka (Pol) a 45”; 16. Landa (Spa) a 47”; 18. Amador (C. Rica) a 50”; 22. Formolo a 57”.

The following two tabs change content below.
Giuseppe Girolamo

Giuseppe Girolamo

Giornalista sportivo, iscritto all'OdG della Sicilia. Appassionato di ciclismo!

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com