Seconda Divisione – Vincono sei delle prime sette, l’Arzanese stende il Cosenza. Messina a -1 dagli spareggi

17esimo risultato utile consecutivo per la Casertana, che ha conquistato la vetta
17esimo risultato utile consecutivo per la Casertana, che ha conquistato la vetta

17esimo risultato utile consecutivo per la Casertana, che ha conquistato la vetta

Il sesto risultato utile in otto uscite della gestione Grassadonia (dodici i punti conquistati dal tecnico salernitano sulla panchina giallorossa) consente ai peloritani di mantenersi a tre lunghezze di distanza dall’ottavo posto che assegna l’accesso diretto alla prossima C unica e di portarsi ad appena una lunghezza dalla dodicesima piazza che vale la qualificazione agli spareggi promozione (erano due i punti da recuperare domenica scorsa, dopo il successo con il Castel Rigone). La quinta giornata del girone di ritorno sorride a tutte le big del torneo, con l’esclusione del Cosenza, sconfitto per 3-1 dalla terribile Arzanese di Sasà Marra e costretto anche ad incassare in pieno recupero un evitabile rosso (espulso Calderini). Per i campani quarta affermazione tra le mura amiche, dove erano cadute recentemente anche Teramo, Martina e Messina, anche se la zona play-off resta distante sette punti.

In vetta l’inedita coppia composta dal Teramo e dalla Casertana. Gli abruzzesi hanno riconquistato la vittoria che mancava ormai da tre giornate, superando con un netto 3-0 il Gavorrano, che vede sempre più vicino lo spettro del ritorno tra i Dilettanti, in quella che sarà la nuova quarta serie. I campani nel derby con l’Ischia (ridimensionato da tante uscite nel corso del mercato di gennaio) hanno ottenuto il terzo successo di fila ma soprattutto il 17esimo risultato utile consecutivo: dopo avere incassato ben tre ko in cinque giornate (con Capuano in panchina un punto nei primi tre turni) è iniziata una risalita irresistibile, che in quattro mesi non li ha più visti soccombere (ultimo ko ad Ischia il lontano 29 settembre). Sul terzo gradino del podio i silani, al secondo stop esterno consecutivo, vengono raggiunti dall’irresistibile Foggia, che nelle ultime 19 giornate è incappato in un unico passo falso con l’Aversa Normanna alla penultima di andata. Pugliesi vittoriosi per 2-1 con il Tuttocuoio, che adesso sente il fiato sul collo del rinnovato Messina.

Terza vittoria consecutiva per il Chieti di De Patre, che torna a credere nella C unica anche se la concorrenza è serrata

Terza vittoria consecutiva per il Chieti di De Patre, che torna a credere nella C unica anche se la concorrenza è serrata

In quinta posizione si è isolato nuovamente il Castel Rigone, grazie alla rimonta attuata nel finale contro il Poggibonsi ed impreziosita dalla 100esima marcatura di Tranchitella con la maglia degli umbri, tra le rivelazioni indiscusse di questa equilibrata ed emozionante stagione. Terza affermazione in altrettante uscite per il Chieti del nuovo corso, al quale ha fatto benissimo il ritorno in panchina di De Patre. Dopo la rete in avvio dell’ex milazzese Ricciardo su rigore, i neroverdi si sono scatenati nella ripresa, firmando addirittura un poker (4-1 il finale A Melfi), frutto delle doppiette di Berardino e Guidone. Seconda vittoria consecutiva in trasferta per l’Aversa Normanna, che si è imposta nel derby di Sorrento, punendo una formazione alla quale non sono bastati i recenti innesti di mercato. Soltanto un pareggio per la Vigor Lamezia, a secco di reti da ben sette gare, in cui ha ottenuto soltanto tre pareggi. L’ultimo 0-0 contro un Martina al quale non è servita fin qui la mezza rivoluzione invernale.

Il Messina recupera quindi terreno su quattro delle formazioni che la precedono ed allunga il digiuno dell’Aprilia, ormai senza tre punti da due mesi (ultimo brindisi l’8 dicembre). Nel prossimo turno il big-match sarà rappresentata dalla sfida tra la terza e la quinta forza del torneo, Cosenza e Castel Rigone. In programma ben tre “spareggi”: il Messina ospiterà l’Aversa Normanna con l’obiettivo di compiere il definitivo salto nelle posizioni che contano, mentre il Poggibonsi proverà ad aggravare la crisi del Melfi ed il Tuttocuoio a sfruttare la nettissima flessione della Vigor Lamezia.

Anche il Foggia non rallenta la sua corsa: 18esimo risultato positivo nelle ultime 19 giornate

Anche il Foggia non rallenta la sua corsa: 18esimo risultato positivo nelle ultime 19 giornate

I Risultati della 22esima giornata del Girone B:
Aprilia-Messina 0-0
Arzanese-Cosenza 3-1
Casertana-Ischia 2-1
Castel Rigone-Poggibonsi 2-1 (anticipo del sabato)
Foggia-Tuttocuoio 2-1
Melfi-Chieti 1-4
Sorrento-Aversa Normanna 0-1
Teramo-Gavorrano 3-0
Vigor Lamezia-Martina Franca 0-0

La nuova Classifica:
Casertana e Teramo 41 punti;
Foggia e Cosenza 39;
Castel Rigone 32;
Chieti ed Aversa Normanna 31;
Ischia e Melfi 29;
Poggibonsi e Vigor Lamezia 28;
Tuttocuoio 27;
Messina 26;
Sorrento, Martina Franca ed Aprilia 24;
Arzanese 20;
Gavorrano 17.
Penalizzazioni: Chieti -1.

Il programma del Prossimo Turno (domenica 9 febbraio):
Casertana-Sorrento
Chieti-Arzanese
Cosenza-Castel Rigone
Gavorrano-Aprilia
Ischia-Teramo
Martina Franca-Foggia
Messina-Aversa Normanna
Poggibonsi-Melfi
Tuttocuoio-Vigor Lamezia.

Commenta su Facebook

commenti