Villari: “Lavoriamo senza sosta. Una buona base di giocatori per il ritiro”

Acr Messinail direttore generale Giovanni Villari (foto R. Fazio)

Ristrutturazione societaria e coinvolgimento della piazza. Il Messina è impegnato su più fronti. Nel corso della presentazione del nuovo sito ufficiale ecco un’assoluta novità. Fino al 30 giugno sarà possibile per i tifosi scegliere la prima maglia, con un concorso via sms. Il direttore generale Giovanni Villari ne evidenzia l’importanza: “Queste sono solo alcune delle iniziative in cantiere. La scelta della prima maglia da sottoporre ai tifosi è un’idea che è piaciuta subito alla società. Vogliamo puntare a far crescere il brand Messina e a far avvicinare i tifosi”.

Acr Messina

Bertotto e Villari (foto R. Fazio)

Dopo le ufficializzazioni di Tosto e Bertotto adesso l’allestimento della rosa è forse il compito più arduo. “Stiamo lavorando giorno dopo giorno per farci trovare pronti ai nastri di partenza del prossimo campionato. Abbiamo già avviato un piano di ristrutturazione per proiettare la squadra verso basi solide. Prima del ritiro di Fiuggi dovremo però già allestire una buona base di partenza che possa essere vicina alla rosa definitiva. Sono giornate frenetiche di lavoro condotte insieme al direttore sportivo Tosto fino a notte fonda. Abbiamo dei continui contatti per valutare i profili migliori per il Messina”.

Acr Messina

Tosto, Villari, Bertotto e Stracuzzi nella prima foto ufficiale (foto R. Fazio)

La partecipazione alla Tim Cup, in programma già a fine luglio, impone peraltro ritmi serrati. “Molte società, a differenza nostra, non hanno ancora scelto il direttore sportivo e l’allenatore. Operazioni invece già chiuse ben prima della fine del mese di giugno. Dobbiamo puntare ad essere pronti per la Tim Cup. La qualificazione è stato un ottimo risultato raggiunto dall’ACR nella passata stagione che ora vogliamo onorare”.

Pasquale Leonardo, nominato responsabile dell’area tecnica, è il volto nuovo in società: “Leonardo è stato sempre vicino alla proprietà dell’ACR. Tante volte mi sono confrontato con lui e sono stato tra quelli che ha spinto affinché potesse entrare in società. Conosce molto bene il calcio ed il tessuto messinese, è una persona che ci darà una grandissima mano. Con lui abbiamo parlato di tanti progetti di natura tecnica e avvieremo attività importanti, come la riorganizzazione dello scouting e del settore giovanile. Sarà una collaborazione a 360° ed un’ulteriore risorsa per l’ACR Messina, facendo parte di un organigramma che va pian piano completandosi”.

Commenta su Facebook

commenti