Al via il Messina Sea Jazz Festival

Partirà il 15 luglio la seconda edizione della rassegna musicale “Messina Sea Jazz Festival” che vedrà 220 musicisti impegnati fino al 20 luglio con 45 concerti e jam session di livello internazionale. L’associazione ad organizzare la manifestazione è Minerva che ha stretto una collaborazione con l’Università di Messina, la quale metterà a disposizione la sede di Villa Pace per la sessione didattica.

Un'immagine della conferenza stampa

Un’immagine della conferenza stampa

Durante la conferenza stampa, svoltasi lo scorso 11 luglio, il Rettore prof. Pietro Navarra ha voluto sottolineare: “Sono felice sia da un punto di vista personale che istituzionale e trovo che un’iniziativa del genere meriti assoluto sostegno. Questa università ha un debole per l’entusiasmo e questo festival ci ha dimostrato un’irresistibile capacità e passione che hanno ricadute fortemente positive sui nostri studenti che potranno usufruire di momenti laboratoriali di alta formazione e di cultura musicale a stretto contatto con musicisti e musicologi di fama nazionale e internazionale”. Sempre durante la conferenza stampa il Prorettore prof. Giovanni Cupaiolo ha voluto presentare l’evento del prossimo 15 luglio: “L’abbiamo chiamata Unime Summer Fest e sarà una festa gratuita per la città in cui, a partire dalle 18 nel cortile del plesso centrale dell’Università, prenderà via una serata all’insegna del ritmo e dell’allegria con tantissimi musicisti jazz impegnati in una big jam session e con l’opportunità, per i giovani, di avere informazioni e suggerimenti utili ad orientare le proprie scelte universitarie”. Ad intervenire è stato anche il dott. Raffaele Manfredi che, in qualità di direttore organizzativo della kermesse, ha voluto aggiungere: “Già il giorno successivo all’edizione del 2013 l’Ateneo ha mostrato un forte interesse, sostenendoci e appoggiandoci anche organizzativamente fino a oggi e accogliendo anche la proposta formulata dal Comitato Cittadino 100MessinesiPerMessina2mila8 e dall’Associazione Socio Culturale Ctg Città di Messina, di commemorare durante le giornate la figura del coraggioso commissario Boris Giuliano ucciso dalla mafia con dei premi a lui intitolati”. Infine il maestro Giovanni Mazzarino (direttore artistico del Messina Sea Jazz Festival) ha sottolineato l’importanza del jazz in Sicilia e ha poi concluso: “Ha un forte valore simbolico lo splendido clima di partecipazione tra il festival e l’istituzione culturale per eccellenza di Messina in un quadro armonico di progettualità artistica e formativa”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com