Via al format “Sport Heroes” di Giusva Branca in collaborazione con il Teatro Primo

Giusva BrancaGiusva Branca

Scatta giovedì 18 giugno, alle ore 14:30, “Sport Heroes”, il format nato dalla collaborazione tra il Teatro Primo di Villa San Giovanni e Giusva Branca, sul recupero e la divulgazione della storia dello sport e del valore epico ed etico delle sue imprese. “Sport Heroes” abbraccia lo sport di tutti i tempi, d’ogni luogo, nella diversificazione delle varie discipline. Unico denominatore le emozioni, da perpetuare, trasmettere alle generazioni successive, in una parola rivivere. Il progetto, al momento, muove i primi passi sulla pagina Facebook “Sport Heroes – di Giusva Branca”, ma prevede successive declinazioni in varie piattaforme e restituzioni dal vivo. Il primo appuntamento sarà incentrato su Massimo Mazzetto, lo sfortunato cestista della Viola Reggio Calabria morto prematuramente nel 1986, all’età di 21 anni, a causa di un incidente stradale.

Sport Heroes

<<Conservare la memoria delle imprese sportive conferisce alla nostra passione un alone di eternità, rappresenta un testimone da trasferire da padre in figlio>> dice il giornalista Giusva Branca nella presentazione. <<Ho trascorso una vita intera a interessarmi allo sport, ad abbeverarmi di cultura sportiva e ad approfondire ciò che lo sport ha rappresentato e, soprattutto, celato. Ho trovato, tra le pieghe delle imprese sportive cifre di umanità sconosciute ad altri ambienti. Ho ricoperto ruoli di dirigente sportivo, di giornalista, di presidente di club, di radiocronista, di capo ufficio stampa e attraverso ognuno di questi sono entrato nell’anima del gioco, nella passione eterna dell’uomo per lo sport, per le imprese sportive>>.

<<Credo che lo spirito del gioco – prosegue Branca – qualunque sia il gioco, vada preservato attraverso il racconto, attraverso la memoria delle gesta, delle emozioni, delle storie di donne e uomini che hanno disegnato epopee solo per la voglia di farlo. Quella “voglia” che, come diceva Gino Bartali, è il motore di ogni cosa, nella vita e nello sport, che ne è fedele metafora. Conservare la memoria delle imprese sportive conferisce alle nostre passioni collettive un alone di eternità, rappresenta un testimone da trasferire ai nostri figli.  Da questa pagina mi prendo la licenza e il privilegio di raccontarvi gli eroi dello sport, perchè epica ed etica quando sono in pantaloncini e maglietta non sono mai state così vicine>>.

https://www.facebook.com/sportheroesdigiusvabranca/videos/267298051190111/

 

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva