Veroli, l’ex Cittadini pronto a riabbracciare la Sigma Barcellona. In palio un posto per le Final Six di Coppa (VIDEO)

Marco RAmondino e Alessandro Cittadini (Prima Veroli)
Marco RAmondino e Alessandro Cittadini (Prima Veroli)

Marco Ramondino e Alessandro Cittadini (Prima Veroli)

Il sipario si alza sulla grande sfida che domenica prossima in terra di Sicilia vedrà contrapposti il Gruppo Zeppieri Costruzioni Veroli e la Sigma Barcellona. Sfida non semplice per i ragazzi di coach Ugo Ducarello, rivitalizzati dal successo di Napoli ma che si troveranno di fronte una squadra laziale su di giri per aver disputato una prima parte di stagione al di sopra delle più rosee aspettative (al momento terza in classifica insieme all’Orlandina, ndc). In casa ciociara c’è la consapevolezza di avere dinanzi una grande chance, impensabile la scorsa estate, quella di conquistare uno dei primi quattro posti utili per accedere alle Final Six di Adecco Gold in programma l’8 e 9 marzo a Rimini (sono già certe della partecipazione la capolista Trento e Torino). Veroli è consapevole che per centrare l’obiettivo sarà però indispensabile battere l’agguerrita concorrenza del team giallorosso del presidente Immacolato Bonina. Sarà una partita speciale per il pivot Alessandro Cittadini, che dopo la stagione scorsa passata in Riva al Longano adesso è uno degli uomini chiave del roster della GZC come testimoniano i 10 punti di media col 60% al tiro dal campo accompagnati da quasi 6 rimbalzi.

Alesandro Cittadini tenta di stoppare Ryan Bucci, due ex della Sigma Barcellona

Alesandro Cittadini tenta di stoppare Ryan Bucci, due ex della Sigma Barcellona

La Prima difende una striscia aperta di tre successi consecutivi (Jesi ed Imola in casa e Trieste in trasferta) ed una vittoria al PalAlberti spalancherebbe automaticamente le porte per le Final Six di Coppa Italia. Questo il pensiero dell’lungo di Perugia, ex di turno.
“Dire che è quasi certo è un parolone, sicuramente abbiamo davanti a noi un’ottima opportunità e per questo siamo molto contenti. Però per accedere alle Final Six bisognerà battere Barcellona, e non sarà affatto un compito facile”.
Se ad inizio stagione gli addetti ai lavori avessero pronosticato per Veroli alla fine del 2013 un terzo posto in classifica e la qualificazione alle Final Six cosa avrebbe pensato Cittadini?
“Non ci avrei creduto, però sperato sì. Certo, oggi siamo ben al di sopra di ogni più rosea aspettativa”.
Domenica affronterete una squadra molto forte e ostica, anche se prima di vincere domenica scorsa a Napoli aveva inanellato quattro sconfitte consecutive che avevano portato al cambio dell’allenatore. L’exploit in terra campana, tuttavia, sembra aver restituito entusiasmo all’ambiente siciliano. Insomma, si prospetta una partita con mille temi d’interesse.

Una schiacciata di Cittadini con la maglia di Barcellona

Una schiacciata di Cittadini con la maglia di Barcellona

“Sicuramente Barcellona non ha vissuto un buon momento. Però adesso tutto è cambiato: la vittoria a Napoli, l’acquisto di un nuovo giocatore come Ganeto e il cambio dell’allenatore (da Perdichizzi a Ducarello, ndc) hanno ridato slancio alla squadra, l’atmosfera quindi sarà diversa, è tornata la fiducia. Certamente non incontreremo un team in disarmo, tutt’altro. E vincere a Barcellona non sarà facile, sarà molto dura”.
Troverete quindi un ambiente molto caldo che tu conosci molto bene in quanto sei un ex della Sigma, team col quale lo scorso anno hai vinto la stagione regolare.
“Vero. Barcellona è una città piccolina, dove vivono per il basket. Hanno investito molti soldi per costruire questa squadra e sicuramente avranno anche molta pressione per questa gara. Noi andremo là per fare la nostra partita e cercare di vincere ma di certo le pressioni maggiori saranno sulle loro spalle”.
Nel frattempo la Sigma Barcellona oltre al rettangolo di gioco si conferma sodalizio sempre sensibile al mondo della solidarietà ed in prima fila nel sostegno alla ricerca medica. Il Presidente Immacolato Bonina, il Professor Enrico Gringeri, Segretario dell’Associazione “30 nodi per il Fegato”, e la Responsabile Marketing Cristina Grasso hanno infatti presentato la partnership tra le due realtà.
“Oggi non si parla di numeri, di canestri o di classifica ma si parla del Sociale”. Esordisce così, il Patron giallorosso nella conferenza riguardante l’iniziativa “Fai un assist alla Ricerca”, e prosegue: “Da sempre, la Sigma Basket Barcellona è vicina a questo tipo di iniziative. Sono convinto che sport e progetti come questi debbano camminare a braccetto, per questo siamo lieti di accogliere qualunque tipo di iniziativa di questo tipo”.

Il Professore

Il Professore Enrico Gringeri, segretario dell’Associazione “30 nodi per il Fegato”, il presidente Immacolato Bonina e la Responsabile Marketing Cristina Grasso in conferenza stampa

Prima di passare la parola al Professore Gringeri, il Presidente ha comunicato che per ogni biglietto venduto nella gara di domenica contro Veroli sarà devoluto un euro all’associazione no profit. Entusiasmo e soddisfazione emergono dalle parole del Dottor Gringeri: “Ringrazio il Presidente per questo invito, credo che questo momento sia molto importante. Giorno 5 gennaio ricorrerà il primo mese dalla morte di Nelson Mandela e mi piacerebbe condividere il suo pensiero, ovvero, lo sport ha la capacità di unire il mondo perché parla un’unica lingua a tutti comprensibile. A me personalmente piacerebbe che domenica lo sport parlasse la stessa lingua: quella della solidarietà e della ricerca”.

Questo il video della conferenza stampa riguardante l’iniziativa “Fai un assist alla ricerca”:

Commenta su Facebook

commenti