“Uroboro”: al quartiere Annunziata appuntamento col terzo trekking urbano

Un momento di trekking urbano

La locandina dell’evento

Prende il via domenica 20 gennaio il terzo e ultimo appuntamento messinese del progetto “PeriferichEnergie. Ancora un attraversamento urbano alla scoperta del quartiere Annunziata, tra trekking urbano, scrittura creativa e graphic novel. Conoscere, narrare, inventare la città che non si vede”, l’evento, gratuito e aperto a tutti, vedrà l’alternarsi di due momenti: domenica 20 gennaio, ore 10.30 davanti alla scuola Santa Eustochia, all’Annunziata,  insieme ad Elena Grimaldi e al dott. Franco Chillemi (cultore di storia del territorio), prenderà il via il trekking urbano denominato “Uroboro” alla scoperta degli angoli nascosti, “invisibili” ma pronti a raccontare diversi aspetti di un quartiere pieno di storia e di storie. Da lunedì 21 gennaio sino al 25 gennaio, a partire dalle 15.30, il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, nel campus universitario dell’Annunziata, ospiterà il laboratorio di scrittura creativa e graphic novel tenuto da Elena Grimaldi e dalla fumettista Chiara Abastanotti, nome noto nel settore, che ha pubblicato per Beccogiallo e Graphic News, disegna dal vivo in performance teatrali e musicali, tiene corsi e laboratori sulla narrazione per immagini, ha ottenuto moltissimi riconoscimenti in fiere ed eventi di respiro nazionale, ed ha allestito proprie mostre a Bologna, a Siena, al Lucca Comics & Games. Il progetto “PeriferichEnergie. Conoscere, narrare, inventare la città che non si vede”, è un percorso multiforme nei linguaggi e nelle metodologie, promosso da Sabir srl, dalla Casa Editrice Mesogea di Messina e da SabirFest – in partenariato con l’Associazione International House di Reggio Calabria e la sezione napoletana dell’Associazione Yoda di Bologna.

Uno scorcio dello storico quartiere “Annunziata” a Messina

Grazie al contributo SIAE con il bando “S’illumina – Copia privati per i giovani e la cultura”, nasce con l’obiettivo di proporre, nelle sue diverse fasi – dall’osservazione alla elaborazione creativa – opportunità innovative di scoperta, conoscenza e racconto di tre storici quartieri periferici: Rione Annunziata (Messina), Centro Storico (Reggio Calabria) e Quartieri Spagnoli (Napoli). E la serie degli  appuntamenti, già iniziati a dicembre col trekking e il laboratorio di scrittura creativa tenuto da Sergio Scarfì e accolto negli spazi del MuMe (Museo Regionale), è continuato sino a venerdì 18 gennaio col secondo laboratorio di scrittura creativa e street art, tenuti da Giordana Restifo, presso il liceo artistico “Basile”, dal quale ha preso vita un murales davanti alla scuola media “Vittorini”, sotto la guida dell’architetto e fumettista Michela De Domenico. A marzo, infine, è prevista una restituzione finale di tutte le fasi del progetto, che confluiranno anche in un libro, frutto dei tre laboratori.  Per partecipare al trekking e/o al laboratorio è sufficiente prenotare contattando la pagina Facebook di “PeriferichEnergie. Conoscere, narrare, inventare la città che non si vede”, oppure scrivere a periferichenergie@gmail.com o chiamare il numero 329 8164320.

Commenta su Facebook

commenti