Tra Messina e Ischia domina il segno “X”. Eccezione il 5-0 del 1992

La gioia di Corona dopo l'1-1

Le sfide tra Messina e Ischia (mercoledì al “San Filippo” il recupero della seconda giornata) hanno fin qui visto prevalere il segno “X”. Il primo precedente tra le due squadre è legato al campionato di C1 1992-93. Nell’ultima giornata di andata (era il 27 dicembre 1992) rotondo successo dei giallorossi per 5-0. Goleada aperta e chiusa da Limetti, a segno per la doppietta personale al 29’ ed all’82’. In rete anche Sorce al 37’, Vecchio al 69’ e Putelli al 75’. In quel torneo il Messina ottenne la permanenza proprio grazie allo 0-0 maturato nel match di ritorno in Campania, epilogo però cancellato dalla scomparsa del club in estate dai quadri professionistici. Il risultato a reti bianche condannò invece i gialloblù alla retrocessione.

Roberto Chiaria in azione

Roberto Chiaria in azione

Vent’anni dopo, nella Poule Scudetto di Serie D 2012-13, il nuovo incrocio. Al “San Filippo” finì 1-1, con gol di Mattera su punizione al 45’ e pari dell’ex Chiaria al 60’. Campani qualificati in virtù della Coppa Disciplina e poi capaci di conquistare lo scudetto Dilettanti. L’1 settembre 2013 la sfida andò in scena nel turno inaugurale del campionato di Seconda Divisione, al termine del quale entrambe festeggiarono l’approdo in Lega Pro unica. Match equilibrato e senza grossi sussulti. Per la squadra di Campilongo occasionissima con Di Nardo, sventata da Lagomarsini. Sui piedi di Chiaria e Guadalupi, invece, le maggiori chances per i padroni di casa. Il 18 aprile scorso altro pareggio tra due pericolanti in zona playout. Al 21′ il vantaggio ospite targato Infantino, lesto ad approfittare di una disattenzione difensiva scavalcando in pallonetto Berardi. Dopo i legni colti da Corona e Damonte l’1-1 è rimandato al 70′, autore Re Giorgio, sul lancio di Damonte deviato di testa da Sirignano. L’Ischia non ha mai battuto il Messina nemmeno nei tre confronti disputati tra le mura amiche, chiusi con altrettanti pareggi.

Izzillo in pressing: adesso è all'Ischia

Izzillo in pressing: adesso è all’Ischia

Il tabellino dell’ultimo precedente. Messina-Ischia 1-1 del 18 aprile 2015
Messina: Berardi, Altobello, Benvenga (48’ st Cane), Stefani, Pepe, Nigro (42’ st Donnarumma), Mancini, Damonte, Corona, Izzillo (14’ st Ciciretti), Orlando. A disp. Iuliano, Silvestri, Spiridonovic, Bortoli. All. Di Costanzo
Ischia: Giordano, Finizio, Armeno (40′ st Bassini), Impagliazzo, Sirignano, Chiavazzo (30’ st Schetter), Bulevardi (42’ st Gerevini), Massimo, Infantino, Millesi, Ciotola. A disp. Mennella, Caso, Alvino, Verachi. All. Maurizi
Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini. Assistenti: Davide Argentieri di Viterbo e Stefano Squarcia di Roma1.
Marcatori: 21’ pt Infantino, 25’ st Corona
Ammoniti: 29’ st Corona

Commenta su Facebook

commenti