Tonfo del Città di Messina. La Castelbuonese passa 0-3 al “Celeste”

Una formazione titolare del Città di Messina (foto Omar Menolascina)

Giornata nera per il Città di Messina che si arrende 3-0 alla Castelbuonese nel match disputato questo pomeriggio al “Celeste”. I giallorossi, quasi mai in partita, cedono l’intera posta in palio alla formazione palermitana che sfrutta le ingenuità della difesa e trova il vantaggio dopo due minuti dall’inizio con un tiro-cross di Mercanti che beffa Riccardo Trovato. Al 24′ il raddoppio di Totaro in un’azione viziata dal fallo iniziale su Romeo. Fragapane e compagni recriminano per una rete annullata a Munafò giudicato in posizione irregolare. Proteste vibranti che terminano con il secondo giallo a Costa. Gli ospiti chiudono poi la gara ancora con Totaro che di testa infila Trovato al 62′.

Calogero in azione (foto Omar Menolascina)

Calogero in azione (foto Omar Menolascina)

Cronaca – 4-3-3 per il Città di Messina che si schiera con Riccardo Trovato tra i pali, in difesa Nicolò, Romeo, Fragapane e Fleri. Centrocampo composto da Costa, Salvatore Trovato e Francesco Munafò. In attacco Mastroieni e Cariolo supportano Codagnone. Al primo acuto la Castelbuonese trova il vantaggio, Mercanti riceve il pallone controllando forse con un braccio e dalla destra lascia partire un tiro-cross che coglie impreparato Trovato. Il numero sette ospite dieci minuti più tardi lascerà il campo per infortunio. Al suo posto Antista. Il Città di Messina accusa il colpo e inizia a pagare le conseguenze di un approccio troppo nervoso. Al 20′ ospiti vicini al raddoppio: Romeo si distrae e regala la sfera al neo entrato Antista che conclude da ottima posizione. E’ bravo Trovato a dire di no mandando in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo ci prova Totaro in rovesciata con il pallone che sfiora la parte alta delle traversa e finisce sul fondo. Al 24′ il raddoppio della formazione granata. Totaro spintona Romeo che riesce comunque a chiudere ma, il difensore giallorosso appoggia troppo debolmente per Fragapane e l’ex attaccante del Taormina con un guizzo recupera la sfera e supera con facilità Trovato. Al 27′ rabbiosa reazione del Città di Messina con una punizione di Mastroieni, Ilardi non corre pericoli. Al 32′ ancora padroni di casa in avanti con un cross dalla destra di Costa, ottimo stacco di testa da parte di Codagnone, palla di poco alta sopra la traversa. Al 39′ i giallorossi rischiano grosso: Romeo sceglie il retropassaggio verso Riccardo Trovato preso in controtempo. Il pallone timbra il palo, ne approfitta Antista che mette al centro ma da ottima posizione Montesanto non riesce a coordinarsi. Nel primo dei due minuti di recupero buona chance per il Città di Messina, Codagnone ci prova di testa trovando il provvidenziale salvataggio di Inguglia. Un minuto dopo Salvatore Trovato impegna Ilardi con una velenosa punizione mandata in corner.

A cinque minuti dall’inizio della ripresa il Città di Messina trova la rete del 2-1 con un colpo di testa del capitano Munafò su cross di Fleri. Il direttore di gara ferma tutto per un sospetto fuorigioco, vibranti le proteste dei peloritani con Costa che dice qualche parola di troppo al direttore di gara e rimedia il secondo giallo lasciando la squadra in dieci uomini. Al 55′ ci riprova Salvatore Trovato con una punizione defilata, palla in angolo. Sugli sviluppi del corner Lipari mette a terra lo stesso Trovato e subisce anch’egli la seconda ammonizione, ristabilita la parità numerica. Al 61′ Arnone suggerisce per Montesanto il cui tiro è neutralizzato in corner da Riccardo Trovato. Dalla bandierina, Speciale mette il pallone sul secondo palo dove Totaro indistubato infila di testa l’incolpevole numero uno di casa. 3-0 e partita virtualmente conclusa. D’Andrea mischia le carte inserendo Libro e Rizzo al posti di Codagnone e Fleri. La musica non cambia, il Città di Messina riesce a creare solo un pericolo all’87′ con Mastroieni che non trova la necessaria coordinazione sull’invito di Munafò. Brusca battuta d’arresto per un Città di Messina troppo nervoso e poco lucido. Domenica prossima i peloritani faranno visita al Rosolini.

Il tabellino. Città di Messina – Castelbuonese 0-3
Marcatori: 2′ Mercanti , 24′, 62′ Totaro.
Città di Messina: R. Trovato, Nicoló, Fleri (71′ Rizzo), Fragapane, Romeo, Cariolo (84′ Calogero), Costa, Codagnone (71′ Libro), S. Trovato, Mastroieni. Allenatore: LucioD’Andrea.
Castelbuonese: Ilardi, Maggio, Giglio, Speciale, Sorrentino, Inguglia, Mercanti (11′ Antista e dal 57′ Megna), Lipari, Totaro, Arnone (79′ Cicero), Montesanto. Allenatore: Fabio Vitale.
Arbitro: Alfio Selmi della sezione di Acireale. Assitenti:Paolo Spadaro e Antonino Macca, entrambi della sezione di Ragusa.
Ammoniti: Fleri (CdM), Romeo (CdM), Munafò (CdM), S. Trovato (CdM), Costa (CdM), Sorrentino (C), Lipari (C),
Espulsi: Costa (CdM), Lipari (C).
Recupero: 2′ pt, 5′ st.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti