Tesoro: “Donida a Messina? Dovremmo formalizzare la prossima settimana”

Dovrebbe essere Nicolò Donida (in alto nella foto di Michel Caputo) il quarto acquisto invernale formalizzato dal Messina, chiamato ad ampliare il ventaglio di opzioni sulle corsie esterne dopo avere formalizzato ben nove cessioni nelle prime tre settimane di mercato. Messe in stand-by le operazioni che avrebbero dovuto portare in riva allo Stretto i centrali Daniele Magliocchetti e Riccardo Serpieri, il direttore sportivo peloritano Danilo Pagni è ormai ad un passo dal duttile terzino in uscita dal Lecce. Classe 1992, originario di Cremona, ha collezionato complessivamente 40 presenze, siglando una rete, in terza serie, mentre sono ben 83 le apparizioni, con un’altra marcatura all’attivo, in Seconda Divisione.

Donida in conferenza stampa a Lecce. Tra i pugliesi è chiuso da Mannini e dal neo-acquisto Beduschi

Donida in conferenza stampa a Lecce. Tra i pugliesi è chiuso da Mannini e dal neo-acquisto Beduschi

Quest’anno ha collezionato nove presenze nella prima parte di stagione giocata con i pugliesi. È finito però sul banco degli imputati dopo il 3-3 con la Vigor Lamezia del 6 gennaio. Laterale in grado di agire sia sulla fascia destra che sinistra, è stato adattato perfino come centrale di difesa. Una “casella” nella quale gli infortuni di Enrico Pepe, che dovrà saltare anche il derby con la Reggina, e soprattutto di Silvestri, che tornerà a disposizione soltanto a metà febbraio, impongono un intervento sul mercato.

A confermare i nuovi contatti con il club di Lo Monaco è il direttore sportivo del Lecce Antonio Tesoro, figlio del presidente Savino: “La trattativa, che vi avevo confermato già nei giorni scorsi, è ormai in fase avanzata. Ritengo che già nel corso della settimana prossima potrà trasferirsi a Messina. Anche Savona e Lumezzane si sono interessate al ragazzo, che però sembra preferire la città dello Stretto come sua nuova destinazione”.

Il direttore sportivo del Lecce Antonio Tesoro

Il direttore sportivo del Lecce Antonio Tesoro

Ad agevolare la trattativa il fatto che i pugliesi hanno appena definito a Milano l’acquisizione del cartellino del terzino destro 22enne Andrea Beduschi, svincolatosi del Monza, club del girone A della Lega Pro sprofondato in una crisi economica irreversibile.  Per la società brianzola, che recentemente ha tesserato gli ex giallorossi De Bode e Gaeta, la Procura della Repubblica ha chiesto nelle scorse ore l’avvio della procedura di fallimento. L’arrivo del nuovo esterno è il preludio alla partenza di Donida, che il Lecce aveva acquistato nella scorsa estate dal Cuneo ma che aveva un contratto in scadenza nel prossimo giugno.

Nicolò Donida in azione con la maglia del Cuneo, indossata per tre stagioni. Per lui ben 96 presenze in biancorosso: è stato assoluto protagonista della promozione in Prima Divisione

Nicolò Donida in azione con la maglia del Cuneo, indossata per tre stagioni. Per lui ben 96 presenze in biancorosso: è stato assoluto protagonista della promozione in Prima Divisione

Antonio Tesoro presenta così quello che dovrebbe essere il nuovo acquisto del Messina: “Nicolò ha giocato diverse partite; alcune molto bene, altre meno. Era stato ingaggiato per ricoprire una valida alternativa nel ruolo di terzino destro. Davanti a sé aveva infatti un giocatore importante come Mannini (che vanta oltre 100 presenze in A tra Brescia, Napoli, Sampdoria e Siena, ndc). Quando è stato chiamato in causa Donida ha comunque risposto. Si tratta di un profilo interessante che vanta una certa esperienza tra i professionisti. Nonostante sia un classe ‘92 ha già disputato quattro campionati, tra Prima e Seconda Divisione, tra le file di Pro Vercelli e Cuneo, prima di approdare al Lecce”.

Commenta su Facebook

commenti