Terme Vigliatore, Bucolo: “Con il Real Aci niente scherzi. Partita da non sottovalutare”

Bucolo questa stagione al Terme Vigliatore

Il Terme Vigliatore ha voglia di riprendere da dove aveva lasciato, vale a dire da una vittoria. Il calendario, dopo il turno di sosta, sembra offrire una chance ai ragazzi di mister Cambria, che ospiteranno il Real Aci fanalino di coda, ma fresco del primo successo stagionale contro il Città di Rosolini. Il Terme però vuole continuare a recitare il ruolo ottimamente interpretato sin qui, vale a dire quello di sorpresa di un campionato vissuto da protagonista, come testimonia la zona playoff occupata da Calabrese e compagni.

Il Terme Vigliatore tenterà di consolidare una zona di vertice in classifica

Anche per il giovane centrocampista Carmelo Bucolo la gara con il Real Aci potrebbe dire molto sul campionato del Terme Vigliatore: “Noi ragioniamo partita per partita, vogliamo mettere fieno in cascina per raggiungere la salvezza il prima possibile, poi se ci verrà qualcosa in più lo vedremo più avanti. E’ una partita da non sottovalutare, vengono da una vittoria, teoricamente non hanno nulla da perde. Quindi dobbiamo stare attenti, perché sarebbe importante ritornare in campo e vincere vista la settimana di sosta che abbiamo affrontato”.

Un Terme Vigliatore che in questa stagione sembra più a suo agio in trasferta, ma per Bucolo anche tra le mura amiche il trend è positivo: “Incidono molti aspetti, soprattutto quello psicologico. Queste partite ci potrebbero dare la percezione, in caso di successo, di poter ambire a qualcosa di più di una semplice salvezza. In casa abbiamo sempre affrontato molte squadre importanti come Palazzolo, Milazzo e Camaro, stiamo parlando di formazioni che puntano alla vittoria del campionato. Non credo che stiamo soffrendo in casa, anzi, abbiamo ottenuto anche risultati importanti anche se non ci dobbiamo sedere su questo perché si può sempre migliorare”.

Sul proprio futuro Bucolo non sembra avere grossi dubbi: “Le idee del mister sono quelle di imporre il nostro gioco, ma se il caso ci sappiamo anche adattare all’avversario di turno. Ma prima di tutto credo siamo una squadra costruita per giocare, abbiamo elementi di grande esperienza e continuando così ci toglieremo tante soddisfazioni. Mercato? Nella vita mai dire mai e così anche nel calcio, ma sto bene qui, sono molto legato a questo ambiente e a questa società, mi hanno dato una bella chance e credono in me. Poi se arrivasse la classica offerta irrinunciabile penso che la società sarebbe contenta per me, ma al momento non mi sento assolutamente sul mercato”.

Commenta su Facebook

commenti