Team Scaletta rimontato nel finale dalla New Cap: ko per 5-2 in Puglia

La formazione del Team Scaletta opposta alla New Cap '74

Il Team Scaletta si fa rimontare (5-2) nel finale dalla New Cap ’74 vedendo sfumare punti preziosi per la classifica. Nella seconda giornata di ritorno di Serie A2 femminile, le ragazze di coach Ivana Cernuto perdono un’occasione importante dopo essersi trovate in vantaggio per 2-0 sul campo della quotata formazione pugliese. Nei minuti conclusivi è però la squadra di casa a prevalere, riuscendo a segnare 5 reti.

L’avvio di gara è entusiasmante ed equilibrato, con entrambe le compagini che provano a costruire e imporre il proprio possesso. Le messinesi iniziano sin da subito un pressing alto e insistente, fin quando al 10’ Rizzo, con un ottimo passaggio filtrante, serve Cusumano a tu per tu con il portiere, rapido rasoterra ed è lo 0-1.

Sin dai primi minuti della seconda frazione di gioco, la New Cap ’74 opta per il portiere di movimento, ma le siciliane riescono a raddoppiare con Oliva, che si libera perfettamente dall’avversario e non lascia scampo ad Arciuli. I minuti successivi vedono un Team Scaletta concentrato esclusivamente a difendere il risultato, incapace di reagire alla forte spinta delle ragazze pugliesi che continuano a attaccare rabbiosamente con il quinto uomo di movimento. Il gol utile ad accorciare le distanze arriva con un tiro da fuori aria di Fatiguso che spiazza Arrigo. Il match rimane sul risultato di 1-2 fino a 6’ dal suono della sirena. Le ragazze del Team Scaletta accusano a quel punto un vero e proprio blackout, dovuto forse alla stanchezza, sia fisica che mentale, per essere rimaste così a lungo nella propria metà campo. In pochi istanti, la New Cap ’74 ribalta la situazione con le reti di Lafortezza e Sacchetti. Nonostante le occasioni per arrivare al pareggio, le ospiti subiscono altre due marcature siglate da Pugliese che chiude definitivamente la partita sul 5-2. Il Team Scaletta del presidente Chiara Tafuri resta nono in graduatoria con 8 punti e  tre gare ancora da recuperare.

Il centrale Maria Ylenia Luttino commenta: “Potevamo anche vincere, ci abbiamo creduto veramente, ma non abbiamo saputo chiudere la partita nonostante le diverse occasioni sotto porta e quando incontri un avversario ben organizzato diventa rischioso. Peccato per la sconfitta, adesso testa bassa e lavorare in vista della prossima gara contro il Lamezia”.

Classifica: Femminile Molfetta 34 punti, Polisportiva Five Bitonto 31, Città di Taranto 27, New Cap 74 24, Irpinia Centro Medico Athena 21, Futsal Rionero 20, Vigor Lamezia 19, Cus Cosenza 12, Team Scaletta 8, Salernitana, Woman Futsal Club 6, Sangiovannese 3, Woman Napoli 0.

 

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva