Stracuzzi sul mercato: “Vicini a Ionut Rada. Ma Burzigotti ha chiesto la cessione”

Ionut RadaUn primo piano del romeno Ionut Rada

Dopo la sessione di lavoro domenicale, tre giorni di assoluto riposo per il Messina, che da giovedì riprenderà gli allenamenti con una doppia razione giornaliera, al mattino e al pomeriggio. Con il campionato ormai alle porte, diventa assolutamente prioritario colmare le evidenti lacune d’organico, soprattutto in difesa.

Alin Ionut Rada

Alin Ionut Rada potrebbe rinforzare la difesa del Messina

Ne è consapevole il presidente Natale Stracuzzi, che fa il punto sulle trattative: “Stiamo lavorando per portare a Messina un difensore di peso. Speriamo di chiudere presto quest’importante operazione. Il nostro obiettivo è quello di tesserare il romeno Ionut Rada. Un calciatore di un certo peso e valore, ma potremmo avere trovato la formula giusta”. 

Alin Ionut Rada, classe 1982, 190 centimetri di altezza, è in grado di giostrare sia da centrale difensivo che all’occorrenza da terzino sinistro. Per lui in carriera oltre 200 apparizioni nella sua Romania, tutte nel massimo campionato, principalmente con le maglie di Rapid Bucarest, Steaua Bucarest e Cluj. Dopo la breve esperienza nella B tedesca con il Karlsruher, l’ultimo anno e mezzo in B a Bari, con 26 presenze all’attivo, quasi tutte da titolare. In estate era stato affiancato al Foggia, come potenziale spalla dell’ex giallorosso Luca Martinelli.

Parisi e Burzigotti

Burzigotti potrebbe lasciare il Messina, proprio come Giorgione

Si tratterebbe di un valore aggiunto per una retroguardia che ha assoluto bisogno di peso ed esperienza ma che potrebbe perdere uno dei suoi perni. L’ammissione è dello stesso Stracuzzi: “Oltre a Giorgione, anche Burzigotti lamenta alcuni problemi familiari. Ci ha manifestato l’intenzione di lasciare ma dal momento che si tratta di un elemento cardine della nostra rosa, vincolato peraltro da altri due anni di contratto, abbiamo risposto che daremo l’assenso alla cessione soltanto se troveremo un adeguato sostituto. Altrimenti faremo di tutto per trattenerlo”.

Burzigotti è assistito dallo stesso procuratore di Giuseppe Madonia, attaccante ex Matera e Akragas, ancora una volta affiancato al Messina in queste ore: “Non rientra nei piani del nostro staff tecnico, che ha già coperto quel ruolo con Milinkovic e Ferri. Stiamo valutando quindi altri profili. Siamo costretti a fare i conti con l’infortunio di Ciccone, che starà fermo un mese o forse addirittura un mese e mezzo. Siamo un po’ corti, soprattutto in caso di infortuni, e non ci confortano i tempi ristretti. Ormai mancano pochi giorni all’inizio del campionato e alla fine del mercato, per cui è il momento delle scelte e non delle ipotesi”.

Commenta su Facebook

commenti