Stracuzzi: “Sigleremo un accordo se verrà riconosciuto un corrispettivo certo”

Natale StracuzziIl presidente dell'ACR Messina Natale Stracuzzi

A sei giorni dall’inizio del campionato, in casa Messina si torna a parlare di prospettive societarie più che di calcio giocato, nonostante sia appena arrivata l’ufficializzazione dell’accordo con Sasà Marra ed Enrico Buonocore, due indimenticati ex pronti ad assumersi un compito decisamente impegnativo, considerati gli scossoni subiti dall’ACR degli ultimi giorni.

Franco Proto

L’imprenditore ennese Franco Proto

In seguito all’incontro con l’attuale proprietà, non è arrivato alcun commento ufficiale da parte di Franco Proto, imprenditore attivo nel ramo ospedaliero, e Lello Manfredi, già presidente e dg del club giallorosso nel recente passato. A fare il punto sulla trattativa è invece il presidente Natale Stracuzzi: “Abbiamo discusso dell’interesse del gruppo capitanato da Proto, che si è detto pronto a rilevare anche l’intero pacchetto azionario. Ovviamente l’ingresso di eventuali partner ci renderebbe felici, perché consentirebbe di consolidare le casse della società. Con maggiori fondi a disposizione si potrebbe intervenire maggiormente sul mercato, magari anche in quello invernale”.

L’ipotesi di un versamento di mezzo milione di euro, soltanto a fronte dell’eventuale promozione in B nel successivo triennio di gestione, non ha però entusiasmato gli attuali dirigenti: “Tengo a sottolineare che il club non ha problemi economici, anche se la rinuncia al precedente staff tecnico ha un po’ scompaginato i nostri piani. Stiamo pianificando la prossima stagione, consapevoli di potere onorare regolarmente le prossime scadenze. Questa proprietà però ha già investito somme ingenti e quindi gradirebbe una contropartita certa, mentre in cambio della cessione delle quote ci è stata prospettata l’eventualità di ottenere un corrispettivo soltanto in caso di promozione in B”.

ACR Messina

Uno splendido scorcio della Curva Sud

Alla manifestazione d’interesse presentata dal gruppo Proto seguirà quindi una risposta formale dell’attuale proprietà, già nelle prossime ore. Stracuzzi non ne svela però i contenuti: “Presenteremo una controproposta lineare. Per la copertura del campionato servono infatti determinate somme, che è possibile quantificare. Non divulgheremo i dettagli prima di discuterli con la controparte: riteniamo infatti che debbano restare riservati. Posso soltanto dire che sarà una proposta congrua e onesta. Se verrà accettata, siamo pronti a siglare un accordo definitivo”.

Commenta su Facebook

commenti