Softair, le Pantere Peloritane brillano in Puglia

Da sinistra Pietro Amante, Francesco Caristi, Salvatore Viscuso (caposquadra) Rosario Raffa, Biagio Stroncone, Daniele Puglisi. In basso da sinistra Roberto Previti e Antonio Panasiti.

Le Pantere Peloritane. Da sinistra Pietro Amante, Francesco Caristi, Salvatore Viscuso (caposquadra) Rosario Raffa, Biagio Stroncone, Daniele Puglisi. In basso da sinistra Roberto Previti e Antonio Panasiti.

Piazzamento di prestigio per le Pantere Peloritane alle finali nazionali 2012-13 di softair organizzate nel 22° SAT di San Michele Salentino dal Comitato Regionale Puglia-Basilicata. I messinesi hanno chiuso infatti al sesto posto, a coronamento di una bella prova, collezionando 6.100 punti nella cosiddetta Operation Neverland. L’Associazione presieduta da Stello Candela è stata ufficialmente costituita nell’aprile del 1998, affermandosi in questi anni in campo locale e nazionale nel gioco basato sulla simulazione di tattiche militari.

A collaborare per l’ottima riuscita della manifestazione, andata in scena nella località in provincia di Brindisi, sono state anche le ASD pugliesi facenti parte del Comitato e l’Amministrazione Comunale. Tre le fasi di gioco che si sono susseguite da venerdì 11 a domenica 13 ottobre, sotto la pioggia e per di più una fitta nebbia. Due le associazioni, Black Hawaks Pastrengo e Legione Valdarno, a chiudere a pari punti (7.620), con la prima che si è aggiudicata il titolo di campione italiano softair 2012-2013 solamente per il minor tempo impiegato. Sul gradino più basso del podio il Soft Air Montecchio a quota 7.280. classificaIn basso la classifica finale dell’Operation Neverland.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti