Sigma Barcellona, Perdichizzi allontana gli spettri della crisi: “Siamo un gruppo unito, motivato e voglioso di riscatto” (VIDEO)

Il coach della Sigma Barcellona Giovanni Perdichizzi e il pivot Fiorello Toppo in conferenza stampa
Il coach della Sigma Barcellona Giovanni Perdichizzi e il pivot Fiorello Toppo in conferenza stampa

Il coach della Sigma Barcellona Giovanni Perdichizzi e il pivot Fiorello Toppo in conferenza stampa

Nel dodicesimo turno del campionato di Lega Adecco Gold la Sigma Barcellona viaggia alla volta di Verona (palla a due al PalaOlimpia posticipata di mezz’ora, alle ore 18,30 per consentire il deflusso degli spettatori del vicino  Bentegodi; arbitri i sigg. Materdomini, Cherbaucich e Pisoni) con l’obiettivo di risollevarsi dopo le ultime due sconfitte patite contro Trieste e Trento. “Tutti sappiamo che questi periodi bene o male, vengono affrontati da ogni squadra durante l’arco dell’anno”. Ha aperto con queste dichiarazioni la conferenza stampa pre partita Giovanni Perdichizzi, che ha poi proseguito parlando della condizione attuale dei propri ragazzi: “Quando si parla di infortuni ciò che mi preoccupa è la possibilità che i ragazzi si spremano in allenamento per paura che il livello si abbassi. Per altri versi, invece, ciò che mi conforta è la consapevolezza che il nostro è un gruppo unito, motivato e voglioso di riscatto. In settimana abbiamo ricevuto buone notizie in merito alle condizioni fisiche di Fantoni, non ancora al 100% ma sta riprendendo il ritmo partita. Pinton, nella scorsa settimana è stato colpito da un virus influenzale ma ora sembra che sia tutto passato. Siamo in attesa di notizie riguardanti la condizione di Collins che in settimana ha avuto un piccolo problema che lo ha costretto a fermarsi”.

Fiorello Toppo (Sigma Barcellona) saluta i tifosi del PalAlberti

Fiorello Toppo (Sigma Barcellona) saluta i tifosi del PalAlberti

Il coach giallorosso termina parlando dell’avversario di turno, la Tezenis di coach Alessandro Ramagli e dei due lunghi ex di turno Da Ros e Callahan: “Hanno iniziato con alti e bassi ma pian piano stanno venendo fuori. Era scontato. Hanno sostenuto grosse spese in termini di mercato, con un organico di quel tipo sono sicuro che la squadra ambisce a grandi traguardi. Per noi sarà stimolante. Siamo pronti per giocare una partita di questo tipo”.
Successivamente ha preso la parola Fiorello Toppo, il quale ribadisce un concetto già espresso: “Come ho già detto a inizio stagione, siamo una buona squadra e dobbiamo lavorare sodo per cercare di diventare un’ottima squadra. Queste due sconfitte bruciano molto ma sono dell’idea che per cercare di vincere i campionati bisogna affrontare e superare ogni difficoltà”.

L'ex di turno Matteo Da Ros (Tezenis Verona)

L’ex di turno Matteo Da Ros (Tezenis Verona)

In casa scaligera ad animare la vigilia e chiamare a racolta l’ambiente giallo blu ci ha pensato l’esperto Carraretto che ha dichiarato: “Ci aspettiamo che i nostri tifosi sentano la partita così come la sentiamo noi e che domenica vengano nel maggior numero possibile a darci una mano”. Queste le prime parole dell’ex capitano e scudettato di Siena a due giorni dalla partitissima del PalaOlimpia contro la Sigma. “Stiamo lavorando bene, – ha proseguito – l’amichevole con Venezia è stata un test importante in cui per lunghi tratti abbiamo mostrato davvero buone cose contro una squadra di categoria superiore. Il gruppo è finalmente cresciuto come ci chiedeva il nostro allenatore, siamo riusciti a capire quel che possiamo aspettarci da ognuno di noi, a trovarci come squadra e a darci delle regola difensive che riusciamo a rispettare per tutti i quaranta minuti. Abbiamo raggiunto un buon livello di maturazione, naturalmente si può sempre migliorare ma già così siamo a buon punto ed in grado di competere alla pari con Barcellona che sulla carta è più forte di noi, in uno stato emotivo ideale e nelle condizioni migliori per affrontare una partita come questa”.

Marco Carraretto (Tezenis Verona)

Marco Carraretto (Tezenis Verona) ha parlato alla vigilia del match del PalaOlimpia

I precedenti – Le sfide tra la Scaligera Basket Verona e la Sigma Barcellona sono relative alle ultime tre stagioni nel campionato di Legadue. Il bilancio dei confronti diretti è in parità, sul 3-3, con le due squadre in vantaggio 2-1 sul proprio campo.
Barcellona si è aggiudicata le due partite della stagione 2010-11: 84-78 in casa con Crispin mattatore e 64-86 al PalaOlimpia, in una partita senza storia (il meno 22 è il gap più pesante nelle sei partite).
La Tezenis ha pareggiato i conti nel campionato 2011-12, vincendo in casa 84-78 e facendo il colpo in trasferta al PalAlberti, all’overtime (96-98), dopo che, a 13″ dalla fine dei tempi regolamentari, il veronese Porta, solitamente precisissimo ai tiri liberi, aveva infilato un solo libero. Nella scorsa stagione, il fattore campo è stato determinante: 75-71 per i gialloblù al PalaOlimpia, 74-73 per i giallorossi al PalAlberti.
Infine la Lega Nazionale Pallacanestro dopo undici turni del campionato di Adecco Gold ha ufficializzato i primi dati sull’affluenza del pubblico. Il numero complessivo di tifosi nei palasport si attesta sui 188.878 spettatori per una media gara di 2146. Torino è la capofila assoluta per presenze medie per gara con 3495; e Trapani, con i suoi 2718, si issa al terzo posto. Significativo, nel mezzo, il secondo posto di Biella, che all’indomani di una retrocessione ha saputo far rinascere entusiasmo della propria piazza dove mediamente in 3161 affollano il Biella Forum. Seguono in graduatoria Verona (quarta, 2592 spettatori di media), Capo d’Orlando (quinta, 2585 al PalaFantozzi), Brescia (sesta, 2272), Barcellona e Trieste (settime con 2100) e Forlì (nona, 2093): vuol dire che ben il 56% dei club di Adecco Gold porta al palasport oltre duemila spettatori per ogni uscita casalinga della propria squadra. Un dato parziale, ma molto promettente in vista del prosieguo della stagione».

Questo il video della conferenza stampa del tecnico della Sigma Barcellona Giovanni Perdichizzi e del pivot Fiorello Toppo:

Commenta su Facebook

commenti