Scuffia: “Il rigore parato a Crucitti? Ho ripensato a quello dell’anno scorso”

Il portiere del Roccella Tommaso Scuffia

Una gara da superman, terminata con la beffa finale. Il portiere Tommaso Scuffia è stato il grande protagonista tra le file di un Roccella uscito dal terreno di gioco del “Franco Scoglio” senza punti ma accompagnato dagli applausi del pubblico messinese: “E’ la prima volta che mi capita di uscire sconfitto tra gli applausi dei tifosi di casa. Significa che abbiamo dimostrato quello che valiamo e che abbiamo provato durante la settimana. Siamo contenti, ma avevamo sperato di portare a casa il punticino. Bisogna restare concentrati per 90 minuti e non lasciare nessuna palla. A mente fredda il pari sarebbe stato anche poco, ma in campo si sperava che potesse terminare ormai sullo 0-0. Se avessimo fatto gol avremmo vinto noi e staremmo a parlare di un’altra partita”.

Crucitti ha sbagliato un rigore, parato da Scuffia (foto Giovanni Isolino)

Il rigore parato a Crucitti dal numero uno dei calabresi non è bastato per tornare a casa con un risultato positivo. Scuffia descrive quei momenti: “Con Crucitti ci eravamo trovati di fronte anche l’anno scorso e in quell’occasione lo aveva segnato, calciandolo dall’altra parte. Questa volta ho pensato che avrebbe voluto cambiare angolo e l’ho parato. Quasi al 99% il giocatore mancino tende ad incrociare i rigori”.

La distrazione commessa sull’azione che ha portato alla rete di Orlando è stata pagata a caro prezzo dal Roccella: “Sul gol c’è un errore a monte, perché sul cross di Bruno siamo usciti in ritardo e ci siamo fatti saltare troppo facilmente, E’ arrivata poi questa palla sporca sul secondo palo, ci sono stati un paio di rimpalli e non siamo stati bravi a buttarla via. Orlando è stato lesto ad approfittarne”.

La classifica non è delle migliori, al Roccella resta la consolazione per aver fornito una prova di spessore: “Ripartiamo con la consapevolezza di potercela giocare con tutte. Non abbiamo paura di nessuno, neanche delle prime delle classe. Abbiamo già affrontato in questo modo Acireale e Palermo, è sempre il campo a decidere il risultato”. 

Commenta su Facebook

commenti