Sant’Ambrogio: Upea Orlandina e Sigma Barcellona accedono alla finalissima del torneo reggino

Manifesto 41° Trofeo Sant’Ambrogio


Sarà il “classico” derby messinese tra Sigma Barcellona ed Upea Orlandina a caratterizzare la finalissima della quarantunesima edizione del Trofeo Sant’Ambrogio, in programma domenica sera a Reggio Calabria presso l’impianto del Centro Sportivo della Viola.

Un torneo che quest’anno allineava ai nastri di partenza oltre alle due compagini siciliane della Legadue Gold, anche la Bawer Matera di coach Benedettto ed ovviamente il quintetto reggino della Viola di coach Ponticiello, entrambe partecipanti alla prossima Legadue Silver
I paladini di coach Gianmarco Pozzzecco (a cui sarà consegnato il Premio Sant’Ambrogio 2013) s’impongono per 74-61 sulla compagine lucana che ha dato battaglia sino al principio dell’ultima frazione quando ha ceduto al break dei nebroidei che firmano l’allungo decisivo.
Il primo quarto si era chiuso con i lucani avanti di tre punti (15-18), ed in gran spolvero in avvio di ripresa quando con una striscia utile allungano sul +12 (18-30). L’orgoglio del quintetto siciliano si esalta con Portannese e Nicevic protagonisti di una rimonta che non vede il riaggancio per l’arrivo della sirena che porta le squadre all’intervallo sul 29-31 per Matera.
L’Orlandina passa a condurre nel terzo periodo anche grazie alle giocate del duo a “stelle e strisceWrightArchie, ma un epilogo di frazione in cui confusione, errori e stanchezza prevalgono consentono il ritorno punto a punto (53-52) del quintetto di coach Gianni Benedetto.
Nell’altro match è la compagine barcellonese di coach Giovanni Perdichizzi ad imporsi rispettando il pronostico ad imporsi sulla Viola Reggio Calabria. Un successo netto nel punteggio (85-54) e nei contenuti tecnici.
I giallorossi del presidente Bonina dominano e viaggiano ad una velocità doppia rispetto ai reggini: Alex Young è devastante, il primo quarto si chiude sul 22-11. Il tentativo di recupero di Caprari e compagni (tra cui gli americani Kirkland e Bell) è frustrato a suon di triple ad opera di Filloy e soci con il punteggio sul 40-28.
Barcellona può così tenere il campo in principio della terza frazione senza patemi, per poi dilagare (64-41). L’ultima frazione scorre veloce tra esercizi tattici e possessi caratterizzati da giocate spettacolari sino all’epilogo dell’ultima sirena.

Una fase di gioco del Trofeo Sant’Ambrogio

Tabellino:

Upea Orlandina Basket-Bawer Olimpia Matera 74-61
Parziali: 15-18, 14-13, 24-21, 21-9;
Upea Orlandina Basket: Busco n.e. Soragna 3, Laquintana 2, Benevelli 4, Nicevic 11, Portannese 28, Archie 16, Ciribeni, Wright 10, Cefarelli. Coach Pozzecco 
Bawer Olimpia Matera: Vico ne, lannuzzi 16, Rezzano 8, Maganza 3, Bolletta, Toscano n.e., Castoro n.e., Jones 8, Cantone 10, Austin 16. Coach Benedetto 
Arbitri Simone di Lazzaro e Praticò di Reggio Calabria 

Commenta su Facebook

commenti