Sant’Agata, Venuto: “Ottima prova, ma in questo campionato dobbiamo ancora ambientarci”

Antonio VenutoIl tecnico del Sant'Agata Antonio Venuto

E’ un Sant’Agata scintillante quello che rifila un’inequivocabile “manita” al Caccamo, confermandosi in un ottimo momento di forma. Partita senza storia, i biancoazzurri hanno dominato la gara in lungo e in largo mostrando un Khoris ed un Cicirello sugli scudi, che hanno dimostrato per l’ennesima volta di essere due “intrusi” in una categoria che non rende merito al loro talento. Un successo fondamentale anche per la classifica, dopo il pareggio a reti inviolate di una settimana fa in casa del Cus Palermo.

Venuto

Mister Antonio Venuto adesso cerca il riscatto a Sant’Agata

Un risultato non ancora digerito dal tecnico Antonio Venuto, che dopo il 5-0 al Caccamo sottolinea: “Faccio i complimenti ai ragazzi per quello che stanno facendo e il calcio che stanno proponendo. A Palermo non abbiamo vinto perché ancora ci dobbiamo ambientare in questo girone, dove si chiacchiera un po’ di più e in campo si riceve quella parola di troppo. Talvolta si trova pure l’arbitro che acconsente a questi comportamenti a discapito dell’avversario tecnicamente superiore, quindi sotto questo aspetto ancora ci dobbiamo ambientare a questo campionato”.

Venuto, quindi, aggiunge: “Fermo restando che a Palermo non abbiamo giocato bene, ma la partita in fin dei conti la potevamo anche vincere. Il mio rammarico continua ad essere legato alla gara interna con il Castelbuono, lì ritengo che abbiamo vanificato un successo che ci avrebbe consentito di iniziare meglio il campionato. Non dimentichiamoci che poi abbiamo battuto il Canicattì che successivamente ha vinto partite importanti. Noi non siamo una squadra che vincerà tutte le partite, ma che cercherà di vincerle e cercherà il risultato attraverso il gioco. Credo che Cicirello e Khoris abbiano fatto dei gol di pregevole fattura, mi congratulo con  i ragazzi e dobbiamo pensare alla partita di ritorno in Coppa dove anche se abbiamo vinto con un margine abbastanza rassicurante. A tutto l’ambiente dico di non trarre conclusioni affrettate, i conti si fanno a fine stagione non dopo cinque giornate”.

Giorgio Cicirello, attaccante Città di Sant’Agata

Nonostante la larga vittoria, Venuto non abbassa la guardia: “La squadra aveva fame ed è stata molto propositiva. Cirirello dietro tre punte è una novità che ci può essere utile, ha portato dei frutti incoraggianti e mi piacerebbe riproporre questa alternativa nell’arco della stagione. Abbiamo dei valori tecnici che abbiamo espresso, però dobbiamo tener conto che in trasferta la musica cambia perché ci sono alcuni aspetti che non mi convincono La mia squalifica? È di 29 giorni, fatta in modo tale da non poter fare ricorso e subito dopo la vittoria con il Canicattì. Siamo una squadra forte che lotterà fino alla fine per la vittoria del campionato ma dovremo neutralizzare le mine che verranno messe nel nostro cammino”.

Commenta su Facebook

commenti