Sant’Agata, Amata: “Oltre le aspettative. I risultati alimentano la passione”

Sant'AgataGiulio Frisenna celebra una rete del Sant'Agata (foto Ambra Romano)

Il direttore generale del Sant’Agata Gianluca Amata è soddisfatto per l’andamento del torneo: “Faccio i complimenti ai ragazzi e al mister per il passo fin qui sostenuto. Un cammino importante e per certi versi inaspettato perché proseguendo così stiamo andando anche una tranquilla salvezza che ci aspettavamo. Abbiamo compiuto un ottimo lavoro in estate per preparare la squadra ad un campionato difficile come la serie D. Abbiamo trovato la chimica di squadra al di là delle individualità”. 

Sant'Agata

Tommaso Squillace è tra gli elementi più esperti in organico (foto Ambra Romano)

Gli undici punti di margine sulla zona playout sono stati costruiti grazie a una serie di otto risultati utili consecutivi, iniziata ad inizio dicembre: “Sappiamo soffrire e imporci come collettivo e i risultati sono il frutto di questo percorso. Siamo sopra la media salvezza, la classifica è questa ed è un bene. Mister Giampà vuole sempre la massima concentrazione e tiene tutti sul pezzo. Una persona sempre molto equilibrata che gestisce l’emotività derivante dai risultati”. 

Il sesto posto a cinque lunghezze dal Paternò e dai playoff rappresenta il punto massimo mai raggiunto dal club nell’arco di questo biennio di serie D: “Siamo contenti, siamo una dirigenza di appassionati e l’attuale classifica aiuta. La passione si alimenta coi risultati perché per noi questo non è un lavoro. Siamo sempre presenti durante allenamenti e partite e gestire questa stagione sportiva si sta rivelando un piacere. È un campionato che stiamo vivendo tutti insieme, mantenere la categoria per noi è il massimo e vorrei che con noi vincesse il torneo anche il pubblico”.