Il Santa Teresa Volley vede le streghe, poi rimonta e vince al tie-break

serie b1 femminileLe ragazze del Santa Teresa Volley

Non si ferma la corsa del Mam Villa Zuccaro che nel gelo del Salento centra la sesta vittoria consecutiva in trasferta contro il Democos Cutrofiano. E’ stata una gara dalle mille sfaccettature chiusa al tie-break con le atlete ospiti assolute protagoniste nel quinto parziale. A metà del secondo set, il match sembrava essere in pugno al Santa Teresa, poi Cutrofiano l’ha gettato alle ortiche nel quarto tempo di gioco quando sul 24-22 ha fallito due match-ball. Insomma un susseguirsi di emozioni per il pubblico presente e per i tifosi santateresini, che viste le avversità meteorologiche non hanno potuto seguire la squadra ma si sono riuniti trasformando una nota pizzeria sita sul lungomare cittadino in una curva impazzita seguendo le fasi di gioco attraverso i video amatoriali che i dirigenti presenti diffondevano sui social.
La preparazione alla gara non è stata delle migliori ,le giocatrici allenate da Antonio Jimenez si sono sobbarcate una lunghissima trasferta con più di dodici ore di pullman. La temperatura intorno agli zero gradi ha consigliato lo spostamento della sede di gara che si è disputata al Palapanico di Galatina.  L’effetto non è stato quello sperato e di fatto si è giocato in una sorta di freezer mettendo a serio rischio la tenuta muscolare delle giocatrici di entrambe le squadre.
Il primo parziale inizia punto a punto. Siciliane avanti sul 7-8, allungano le leccesi sul 16-12, parità sul 20-20. Sempre testa a testa sino al 24-23. Rania e compagne annullano il set-ball e poi si portano avanti sul 24-25. Un palleggio falloso di Giulia Mordecchi consegna il primo set al Mam Villa Zuccaro. Nella seconda frazione partenza sprint per le ospiti. Ci si ferma prima sul 2-8 e poi sull’11-16. Un turno in battuta vincente della palleggiatrice locale Mordecchi mette in difficoltà la ricezione avversaria e si concretizza con un break di 6-0 che vale il 17-16. L’equilibrio permane sino al 20 pari. Cutrofiano allunga sino al 22-20. Punto contestato ed ammonizione per il dirigente accompagnatore santateresino con un potenziale 22-21 che diventa 23-20 e sposta l’inerzia del tempo di gioco che si conclude sul 25-22. Si va al terzo. La Democos spinge subito (5-1), le messinesi reagiscono e rilbaltano sul 7-8 sino al 14-16. Le pugliesi vogliono far sorridere i propri calorosi sostenitori e ci mettono tutto quello che hanno. Si arriva ancora sul 20-20. Questa volta il break è delle padrone di casa che chiudono sul 25-20 e si portano sul 2-1.

Ambra Composto

Ambra Composto

Nel quarto set Karalyus e compagne conducono quasi sempre. Si passa dall’8-5 al 16-15 sino al 24-22. La gara sembra essere ai titoli di coda, ma la voglia di vincere ed il temperamento delle indomite leonesse del Mam Villa Zuccaro viene fuori e dopo avere annullato due match point ribaltano e riaprono il match. Il punto del 24-26 è un muro di una maestosa Ambra Composto che settimana dopo settimana si riprende il ruolo di trascinatrice che aveva rivestito nella scorsa stagione.
Raggiunto il due pari e rinfrancate nel morale, dopo aver toccato con mano la possibilità di tornare a casa a mani vuote, nella quinta ed ultima frazione di gioco le atlete care ai presidenti De Caro e Racco non hanno mai dato la possibilità alle avversarie di entrare in gara. Si aggiudicano la sfida con un facile 7-15 dopo aver girato sul 4-8 e portando a casa due punti al termine di una trasferta lunga e difficile acciuffando così la vetta della classifica in attesa del recupero di mercoledì tra Aprilia e Maglie.

Jimenez parla alle sue giocatrici

La formazione è stata quella di sempre con Panucci e Rania in P4, Bertiglia opposto, Bilardi e Composto centrali, Agostinetto in cabina di regia e Pietrangeli libero. Nel terzo set è subentrata Carlotta Caruso e nel quarto Carlotta Romani. Tutte in doppia cifra le bocche di fuoco del S.anta Teresa a dimostrazione della cifra tecnica delle attaccanti rossoblu. Analizzando la statistica di gara la differenza l’hanno fatta il servizio (12 punti per le siciliane e 5 per le pugliesi), la ricezione ed il muro.
A fine gara Antonio Jimenez commenta la vittoria: “Gara dai due volti con alti e bassi da ambo le parti. Potevamo chiuderla noi, poi se la sono vista sfuggire loro. Mi è piaciuto il nostro non voler mollare mai anche quando la gara sembrava finita. Questa è la forza della mia squadra che riesce a superare gli errori, anche quando non sono nostri. “
Adesso la testa dei tifosi e dell’ambiente è a sabato prossimo quando al Palabucalo arriverà la Betitaly Maglie che in attesa del recupero ad Aprilia col Gio Volley segue ad un punto il Mam Villa Zuccaro.
Prevedere il tutto esaurito è sin troppo facile.

Tabellino:
Democos CutrofianoMAM Villa Zuccaro Santa Teresa 2-3 (24-26; 25-22; 25-20; 24-26; 7-15)
Democos Cutrofiano: Gili 7, Antonaci 12, Martinuzzo 9, Mordecchi 5, Karalyus 21, Ghezzi 3, Faraone ( L ), Mancuso 10, Cavarra, Scupola, Mighali, Maizza, Manieri. Allenatore: Carratù
MAM Villa Zuccaro Santa Teresa: Rania 13, Bilardi 11, Panucci 17, Agostinetto 3, Composto 15, Bertiglia 14, Pietrangeli ( L ), Caruso 1, Romani, De Luca. Allenatore: Jimenez

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva