Santa Teresa batte il primo colpo: torna in rossoblu la schiacciatrice Sara Casale

Sara Casale con il ds PrestipinoSara Casale con il ds Prestipino

Primo colpo di mercato per il Santa Teresa Volley. Il  direttore sportivo Nino Prestipino è riuscito a raggiungere l’intesa per  il ritorno in rossoblù della schiacciatrice furcese Sara Casale, atleta di grande esperienza che vuole mettere a disposizione della squadra e del mister Antonio Jimenez.

Antonio Jimenez

La Casale è stata una delle principali artefici della promozione in B1 ottenuta nella stagione sportiva 2014/2015, rappresentando una spina nel fianco per le difese avversarie. Adesso ha deciso di appoggiare questo nuovo progetto, all’interno di un campionato nazionale del quale solo il 14 Luglio si avrà la certezza assoluta. Ha mosso i primi passi proprio a Santa Teresa in serie C  per poi passare a calcare i campi di B2 e B1 in tutta Italia: dal 2001 al 2005 nella Pallavolo Linguaglossa in B2, nel 2005/2006 a Modica in B1, nel 2006/2007 a Pontecagnano in B2, dove raggiunge la promozione in B1, nel 2008/2009 a Rieti in B1, nel 2009/2010 a Battipaglia in B2, nel 2010/2011 ad Olbia in B2, dal 2011 al 2013 a Cefalù in B2, nel 2013/2014 a Santa Teresa, portando la squadra neopromossa ad una salvezza tranquilla per poi l’anno successivo raggiungere la fatidica promozione in B1. Le stagioni successive ha giocato nella Comes Taranto in B2 e la scorsa annata a Giarre in serie C.

Un curriculum di tutto rispetto per una giocatrice che si è mostrata subito felicissima di tornare ad indossare i colori rosso-blu. Ma da sottolineare il fatto che Sara coadiuverà Jimenez per la gestione del mini volley. Già durante la stagione della promozione, la Casale aveva svolto egregiamente il lavoro di allenatrice dei bambini, mettendo allegria e impegno e raggiungendo risultati soddisfacenti, tanto che molti genitori si erano mostrati soddisfatti dell’operato della schiacciatrice furcese. Molto consistente era stato l’afflusso di ragazzini e ragazzine che si erano dati alla pallavolo, proprio per cercare di carpire il più possibile da una ragazza che consideravano un idolo. Proprio per questa ragione, la società ha deciso di puntare nuovamente su di lei, volendola fortemente e conscia del fatto che i traguardi saranno importantissimi.

“Anche se negli ultimi due anni non ho giocato a Santa Teresa – esordisce Sara Casale – ho sempre seguito la squadra con passione e piacere. Ho gioito per la promozione storica in A2 dell’anno scorso e sono davvero dispiaciuta per come è andata a finire. Quando sono stata richiamata quest’anno ho subito sposato il progetto perché ho voglia di rimettermi in gioco in un campionato che non disputo da tanto tempo e soprattutto perché lo farò con il mister Jimenez, con il quale ho già avuto il piacere di allenarmi e per il quale provo una profonda stima“.

Commenta su Facebook

commenti