Salernitana-Messina e la carica degli ex. Pagni arricchisce la lista

Silvestri e Grassadonia a colloquio

E’ un Messina all’insegna degli ex granata quello che si presenterà domenica all’Arechi per la seconda volta in questa stagione dopo il precedente di Coppa Italia. Il 29 ottobre scorso fu la squadra di Menichini a festeggiare il passaggio del turno, grazie alle reti siglate nella ripresa da Calil su rigore e Colombo. La sfida di campionato avrà però tutto un altro sapore per molti dei protagonisti di oggi in giallorosso, ieri alle dipendenze del club campano. A cominciare dal tecnico Gianluca Grassadonia, salernitano doc. Cresciuto nelle giovanili, ha giocato da difensore complessivamente per cinque stagioni, non consecutive, con la squadra della sua città. Poi la carriera da allenatore, iniziata proprio da Salerno nel 2009-10, promosso a torneo in corso dalla Primavera per sostituire Cari, ma successivamente rilevato a sua volta da Cerone. Una stagione a dir poco travagliata che vide i granata piombare in terza serie. Con lui, in quel campionato, c’erano Rino Iuliano (rimasto sino al 2011), Enrico e Vincenzo Pepe, Errico Altobello (di Cava de’ Tirreni) e Luca Orlando (nato proprio a Salerno), calciatori che ha rivoluto con sè a Messina. Piuttosto breve, invece, la parentesi del difensore Luigi Silvestri, il quale mise insieme soltanto tre presenze nel 2012-13. C’è inoltre Elio Nigro, nativo di Eboli, in provincia di Salerno, che però non ha mai vestito la maglia granata nel corso della sua carriera.

Vincenzo Pepe, tra gli ex della Salernitana

Vincenzo Pepe, tra gli ex della Salernitana

Ad essi si è aggiunto il nuovo direttore sportivo Danilo Pagni che nel 2012 ha contribuito a riportare tra i professionisti il club di Lotito e Mezzaroma. Per un curioso scherzo del destino ripartirà proprio dall’Arechi, nella sua prima uscita ufficiale da dirigente del Messina. Sull’altro fronte ci sarà invece Manolo Pestrin, tra i pilastri della squadra di Menichini. Con la maglia giallorossa scese in campo 35 volte, tra A e B, dal 2007 al 2008. Ex è anche Francesco Favasuli, centrocampista in forza al Messina nel 2002-03, ma senza riuscire ad esordire tra i cadetti. A livello dirigenziale, infine, il ds Angelo Fabiani (nell’era Franza tassello fondamentale della promozione dalla B alla A e dello storico settimo posto) ed il team manager Salvatore Avallone (in riva allo Stretto nel torneo di D 2009-10 e fedelissimo di Fabiani), ad infoltire ulteriormente la pattuglia di ex che potrebbe presto arricchirsi di un altro nome, ove il difensore Salvatore Aronica, fresco di rescissione con il Palermo, trovasse l’accordo con la Salernitana.

Commenta su Facebook

commenti