Rigoli: “Due regali al Messina. E’ mancata la giusta determinazione”

RigoliPino Rigoli rescinde col Catania ed è il nuovo tecnico della Leonzio

Derby amaro per il Catania, eliminato dalla Coppa Italia. Il tecnico Pino Rigoli prova a spiegare cosa è mancato agli etnei, sconfitti 2-0 dal Messina: “E’ mancata un po’ di determinazione e cattiveria nei contrasti. In alcuni momenti della gara dovevamo incidere di più e non lo abbiamo fatto. Il Messina ha segnato su due episodi, dei regali da parte nostra, ma questo fa parte del gioco. Guarderemo avanti e cercheremo di lavorare per poterci migliorare. Ci tenevamo a passare il turno, come società, staff e squadra, lo avevamo dichiarato dopo la gara con la Paganese. Siamo dunque delusi di non essere riusciti nell’intento”.

Messina-Catania

Il saluto tra i capitani

A giocare un brutto scherzo all’allenatore nativo di Raccuja è stato proprio Madonia, elemento che aveva avuto alle sue dipendenze all’Akragas: “Peppe è un giocatore di grande qualità, ma abbiamo commesso due errori in fase di possesso servendo questi due palloni, altrimenti a mio avviso al 90’ si sarebbe arrivati sullo 0-0”.

E’ un Messina cambiato rispetto al derby di campionato? Rigoli preferisce la strada della diplomazia: “Non parlo dell’avversario, sono la persona meno adatta. Il Messina era prima una buona squadra e lo è pure adesso. Da siciliano le auguro il meglio, ma non so dove potrà piazzarsi in campionato”.

Messina-Catania

Si accende una mischia

Per il buon momento del Catania, reduce da cinque risultati utili in campionato, può ritenersi però soddisfatto: “Sotto l’aspetto dei risultati lo è, ma non dobbiamo pensare in grande. Occorre lavorare così con grande applicazione, non commettendo gli errori di oggi”.

Commenta su Facebook

commenti