Prosegue a gonfie vele l’attività del Progetto Club col responsabile Guido Restanti

Guido Restanti

Grande soddisfazione per i responsabili del Progetto Club (Mario Maggio dell’Amatori Basket Messina, Guido Restanti della Life Basket Messina, Claudio Currò del Basket Ganzirri e da quest’anno Sasà Germanà della Mia Basket Messina), le quattro squadre (Under 13, Under 14, Under 15 e Under 18) seguite personalmente da coach Restanti come responsabile tecnico del Progetto si sono distinte per la grande crescita individuale e contestualmente per gli ottimi risultati di squadra.
L’allenatore peloritano comincia la sua analisi dai più piccoli: “L’under 13 composta interamente da tesserati Life con l’aggiunta di Riccardo Migliorato in prestito dall’Amatori, è attualmente al terzo posto in classifica, contendendo il secondo posto al Basket School, vincente all’andata di soli due punti complice anche due nostre assenze importanti. Siamo fiduciosi di poter ribaltare il risultato nella gara di ritorno – continua Restanti –  Per il primo posto crediamo sia difficile in questo momento poter superare la PCR “B” che gioca utilizzando la zona in difesa e il Pick and Roll in attacco. Per i nostri ragazzi prevediamo un percorso che rispetti margini di crescita più proporzionali alle capacità di atleti di questa età, preferiamo lavorare sulla coordinazione, sui fondamentali e sulle collaborazioni semplici in quanto riteniamo siano il bagaglio per un giusto percorso di crescita individuale. Meglio perdere qualche partita oggi, ma trovarsi degli atleti completi domani“.

Timeout di coach Restanti

Timeout di coach Restanti

La disamina del responsabile tecnico del Progetto Club continua con l’under 14: “Sulle basi del lavoro svolto lo scorso anno, è forse la formazione più cresciuta individualmente e il lavoro svolto quest’anno insieme al gruppo under 15 sta dando i suoi frutti. Ci troviamo attualmente al primo posto in classifica, decisivo sarà il confronto con i Lions battuti nella gara di andata di 5 punti. Passarello e Arcidiacono sono trascinatori del gruppo coadiuvati da Raffa e Ferrara, ed adesso con l’arrivo dalla Mia Basket di Gabriele Guglielmo la squadra sarà ancora più competitiva per cercare di mantenere il primato ed accedere alla fase regionale“.
Il lavoro con il gruppo under 15 – prosegue Restanti – è iniziato solo da 4 mesi, ma in quest’ultimo periodo pare stia svoltando verso quelle caratteristiche che più rispecchiano il mio modo di intendere la pallacanestro giovanile. Aggressività, determinazione, impegno e convinzione in allenamento presto saranno premiati. Il lavoro individuale comincia a vedersi e l’atteggiamento dei ragazzi sta notevolmente migliorando garantendo quel qualcosa in più che pretendo da ragazzi di questa età. La vittoria su Capo d’Orlando pare abbia assicurato un secondo posto e l’imminente partita con l’Alias Barcellona vera e propria corazzata del campionato dirà quanto dover ancora lavorare, De Gaetano leader assoluto del gruppo sarà il trascinatore di quest’ultima fase“.

Logo Progetto Club

In conclusione coach Restanti traccia il bilancio del gruppo Under 18, fiore all’occhiello del Progetto Club: “La formazione under 18 al momento si è comportata da rullo compressore del girone rosso. L’aver vinto tutte le partite con notevole facilità (a parte con l’Alias Barcellona battuta di 15 all’andata e  di 22 al ritorno) mi preoccupa. Cerco sempre di tenere alta l’attenzione – prosegue l’allenatore del Progetto Club – e dare le giuste motivazioni per evitare spiacevoli inconvenienti. Proprio per questo si è optato per dare tutti i ragazzi del 2000 in doppio utilizzo alle squadre senior della città, ed in alcuni casi i prodotti del Club hanno anche parecchio spazio come  Leonardo Di Dio ed Alu ed Ala Diallo nel Castanea in serie D, Currò nell’Amatori capolista sempre in serie D e Scimone al Basket School in serie C“.

Restanti conclude con uno sguardo al futuro: “Il grande lavoro svolto dai  2001 rappresenta un garanzia per l’under 18 del prossimo anno e già adesso il loro impegno da un grande contributo nella qualità degli allenamenti. Teniamo alta la concentrazione facendo amichevole settimanalmente con il Castanea di serie D e lavoriamo molto individualmente durante la settimana. Adesso aspettiamo la fase regionale sperando di arrivare nella migliore condizione possibile, sia dal punto di vista mentale, fisico che tecnico“.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti