Preziose vittorie per Sampdoria, Cagliari e Bologna sul sintetico del Quasimodo

La “lotteria” dei rigori ha promosso la Sampdoria alla finale di Gold Cup del Campionato Italiano di calcio a 5. I blucerchiati hanno passato il turno a scapito della Juventus in una sfida avvincente, che ha entusiasmato gli spettatori presenti al Campetto di viale Gazzi.

La punizione di Cardia del 9-7

I tempi regolamentari si sono conclusi sul 9-9 con la rimonta, in extremis, dei bianconeri, vanificata, però, dal dischetto. Dopo l’iniziale vantaggio dei “torinesi” siglato su rigore da Quartarone, i doriani ribaltano la situazione con le reti di Costanzo (2), Cucinotta e Giuffrida (4-1). La Juventus, trascinata dalla scatenato Amante, si riporta in scia (5-4). Nella ripresa, sul 7-6, i centri di Cardia sembrano chiudere i conti, ma Amante e Quartarone ristabiliscono la parità. Nei successivi penalty la festa di Crupi e compagni.

In Serie B, il Cagliari ha conquistato una convincente affermazione (11-5) contro il Verona. La partita si mette subito in discesa per i “sardi”, come conferma il 3-0 a metà frazione. I “veneti” cercano di reagire, ma le invenzioni di Bonsignore e Ruggeri, autori entrambi di un poker di realizzazioni, indirizzano inevitabilmente l’incontro. Sul 5-3 si assiste all’allungo decisivo dei rossoblù, che si portano sul rassicurante punteggio di 9-3. A questo punto, i ritmi calano ed il confronto finisce senza sorprese con la marcatura del solito Bonsignore, che insacca indisturbato la sfera da pochi passi.

Fase di gioco della gara Cagliari-Verona

Il Bologna si è imposto a sorpresa in Lega Pro sulla Lazio per 8-4. A fare la differenza il migliore approccio al match degli “emiliani”, che, in pochi minuti, centrano per tre volte il bersaglio grosso, sfruttando cinicamente i gravi errori difensivi commessi dai biancocelesti. L’orgogliosa reazione di romani vale il 4-4, ma poi sul più bello i felsinei cambiano di nuovo marcia, imprimendo quella giusta, e, grazie alle invenzioni di Mutto e Cannistrà, operano il break risolutivo ed incassano l’intera posta in palio.

 

TABELLINI

GOLD CUP:  SAMPDORIA-JUVENTUS 13-12 d.c.r. (9-9)

MARCATORI: 3 Costanzo (S), 2 Giuffrida (S), 2 Cardia (S), 2 Cucinotta (S); 5 Amante (J), 2 Gentilesca (J), 2 Quartarone.

SAMPDORIA: Tortorella, Cucinotta, Giuffrida, Cardia, Crupi, Costanzo.

JUVENTUS: Giacopello, Aloisi, Amante, Gentilesca, Quartarone.

ARBITRO: Broccio.

SERIE B: CAGLIARI-VERONA 11-5

MARCATORI: 4 Bonsignore (C), 4 Ruggeri (C), 2 Cipriano (C), D’Angelo (C); 2 De Leo (V), Passeri (V), Scucchia (V), Vasta (V).

CAGLIARI: Sgroi, Cipriano, Bonsignore, Ruggeri, Di Pietro, D’Angelo, Cacciotto.

VERONA: Casella, Passeri, Costantino, De Leo, Scucchia, Vasta.

ARBITRO: Trovato.

La Lazio dopo aver incassato un gol

LEGA PRO: BOLOGNA-LAZIO 8-4

MARCATORI: 3 Mutto (B), 3 Cannistrà (B), Andaloro (B), Finocchiaro (B); 2 D’Andrea (L), Mondello (L), Patanè (L).

BOLOGNA: Crimi, Finocchiaro, Mutto, Cannistrà, Bellantoni, Andaloro.

LAZIO: Burrascano, Mondello, D’Andrea, Patanè, Musolino, Bonanno.

ARBITRO: Trovato.

 

PARTITE & PROTAGONISTI

Commenta su Facebook

commenti