Pochesci: “Seconde squadre un fallimento, tanto valeva ripescare in C Taranto o Messina”

Sandro Pochesci, ex tecnico della Ternana

Sandro Pochesci senza freni in un’intervista rilasciata a Tuttoc.com. L’ex allenatore di Ternana e Fondi è stato molto critico sul tema della seconde squadre in Serie C ed ha fatto un parallelo interessante: “Le seconde squadre? Un fallimento. Solo la Juventus ha aderito e con una formazione di stranieri e over: tanto valeva ripescare squadre come Taranto o Messina che fanno 12mila spettatori allo stadio. La Juventus vuole la Serie B per i contributi, così non si sta valorizzando nessuno, ma le U23 devono nascere per dare poi i giovani alle Nazionali U19, U20 e U21. Le big possono aiutare il calcio solo se accettano di far giocare sempre almeno tre giocatori della Primavera, da formare. Porto l’esempio di Plizzari, classe 2000 del Milan che avevo a Terni: con me 23 presenze, ora fa il quarto ai rossoneri. Come è possibile? E come si fa a formare così i giovani?”.

Commenta su Facebook

commenti